Inps: al via verifica redditi e diritto prestazioni assistenziali 2014

"Bustone" Inps in arrivo, compilazione e restituzione: come funziona.

L'Inps parte con la campagna 2014 per la verifica dei redditi e del diritto alle prestazioni assistenziali, inviando ai contribuenti il famigerato "bustone" per la richiesta delle dichiarazioni relative alla situazione reddituale e delle dichiarazioni di responsabilità riguardanti la sussistenza dei requisiti per beneficiare delle suddette agevolazioni.

Il plico - a seconda delle situazioni personali e delle dichiarazioni richieste - contiene la lettera di presentazione, diversificata per i residenti in Italia e all'estero con una informativa sui servizi online a disposizione per il cittadino-contribuente.

Il modello Red italiano o modello Red estero sono corredati delle necessarie istruzioni per la compilazione. C'è poi il modello 503 Aut, per i residenti in Italia le cui pensioni sono assoggettabili alla trattenuta per lavoro autonomo; la richiesta di integrazione delle informazioni relative alla campagna Red 2012, per quanti hanno trasmesso alle Entrate dati reddituali non sufficienti alla verifica di tutte le prestazioni; e ancora i modelli di dichiarazione per i titolari di provvidenze economiche di invalidità civile, per eventuali periodi di ricovero gratuito-frequenza e di eventuale svolgimento di una attività lavorativa.

Per ogni richiesta c'è la data di scadenza entro cui la dichiarazione deve tornare al mittente. Per i pensionati residenti nella provincia di Bolzano la modulistica è in versione bilingue.

Come avviene la restituzione delle dichiarazioni? Anche online per i residenti in Italia in possesso di un Pin rilasciato dall'Istituto che possono così trasmettere i dati richiesti attraverso il sito www.inps.it - sezione Servizi Online "Servizi per il cittadino" dove sono presenti tutte le voci di interesse.

Sempre per i residenti in Italia in calce a ciascun modello inviato c'è il relativo codice a barre, da usare per la trasmissione delle dichiarazioni tramite gli intermediari abilitati, che forniscono assistenza gratuita e trasmettono poi all'Inps in formato elettronico le info ichieste.

Per i Residenti all'estero i codici a barre non sono riportati nei modelli RedEst ma il modulo può essere trasmesso via Inps con l'assistenza gratuita di un ente di patronato riconosciuto per legge, o compilato e inviato con i documenti richiesti presso la sede Inps che gestisce il trattamento pensionistico.

  • shares
  • +1
  • Mail