Montezemolo nuovo presidente di Alitalia?

Dopo le accuse di Marchionne su una Ferrari decaduta, Montezemolo lascia, ma per lui è sarebbe già pronta la poltrona di presidente di Alitalia

Per Luca Cordero di Montezemolo che ha appena lasciato la guida della Ferrari potrebbe profilarsi un futuro come presidente di Alitalia. Dopo l'attacco dell'ad di Fiat Sergio Marchionne - "la Ferrari non vince nulla da 6 anni" - un comunicato diffuso stamattina dallo stesso Lingotto, che di Ferrari ha la proprietà, spiega:


"Luca Cordero di Montezemolo lascerà su sua richiesta la Presidenza della Ferrari con effetto il 13 ottobre prossimo a conclusione del festeggiamento dei 60 anni di Ferrari in America".

Il nuovo presidente del Cavallino rampante sarà proprio l’amministratore delegato di Fiat Marchionne che dopo il gran premio di F1 di Monza, nel fine settimana aveva in sostanza dato il ben servito a Montezemolo. La rottura definitiva era nell'aria. Il presidente uscente in una nota dice:


"La Ferrari è la più bella azienda del mondo e per me è stato un grande privilegio e onore esserne stato il leader Le ho dedicato tutto il mio impegno ed entusiasmo e insieme alla mia famiglia ha rappresentato e rappresenta la cosa piu' importante della mia vita. Auguro agli azionisti, e in particolare a Piero Ferrari che mi è stato sempre vicino, e a tutte le persone dell'Azienda ancora tanti anni di successo che la Ferrari merita. La Ferrari avrà un ruolo importante all'interno del gruppo FCA nella prossima quotazione a Wall Street e si aprirà quindi una fase nuova e diversa che credo giusto debba essere guidata dall'Amministratore Delegato del Gruppo. Finisce un'epoca e ho quindi deciso di lasciare la Presidenza dopo quasi 23 anni meravigliosi e indimenticabili, dopo quelli passati a fianco di Enzo Ferrari negli anni Settanta. Il mio ringraziamento va innanzi tutto a donne e uomini eccezionali in fabbrica, negli uffici, nei campi di gara, sui mercati di tutto il mondo che sono stati i veri artefici in questi anni della grande crescita dell'azienda, delle tante memorabili vittorie e del successo del marchio diventato grazie a loro uno dei più forti al mondo".

Nella nota di Fiat invece Marchionne ammette di aver avuto delle "incomprensioni" con Montezemolo ma che lo ringrazia:

"per quanto ha fatto per la Fiat, per la Ferrari e per me".

Intanto arriva l'endorsement del ceo di Unicredit Federico Ghizzoni che sponsorizza Montezemolo come papabile alla presidenza di Alitalia. Per Ghizzoni, amministratore delegato della banca tra gli azionisti e creditori dell'ex compagnia di bandiera, a margine della presentazione del nuovo centro polifunzionale del gruppo Unicredit alla stampa ha detto che:

"Vista l'esperienza di Montezemolo potrebbe essere un buon nome"

per la presidenza appunto di Alitalia.

montezemolo_alitalia

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: