Top manager italiani: la classifica delle buonuscite d'oro

La graduatoria stilata da Federcomsumatori e Adusbef sulle liquidazioni dei super manager di aziende e società private.

Luca Cordero di Montezemolo lasciando la presidenza della Ferrari incasserà una liquidazione da 27 milioni di euro, cifra esorbitante sì, ma nella classifica delle buonuscite d’oro ricevute dai top manager italiani che lasciano il proprio incarico è solo la sesta.

In cima alla graduatoria c’era e ci rimane Cesare Romiti che nel 1998, lasciò la Fiat con l'equivalente di 101,5 milioni di euro. Al secondo posto Andrea Guerra, che dieci giorni fa ha lasciato Luxottica con 45 milioni di liquidazione e al terzo posto Alessandro Profumo che nel 2010 in uscita da banca Unicredit ottenne una buonuscita da 40,6 milioni.

A stilare la classifica delle super liquidazioni dei manager sono Adusbef e Federconsumatori che notano pure come ventisette milioni - appunto la liquidazione del presidente uscente della Casa di Maranello - equivalgono a 4,5 milioni di ore di cassa integrazione e alla paga mensile di ben 28.125 cassaintegrati. I 26 top manager della classifica in tutto hanno preso oltre 500 milioni di euro.

''Buonuscite scandalose. Si tratta di uno schiaffo in faccia a milioni di giovani a 700 euro al mese che faticano ad avere il rinnovo di contratto trimestrale"

denunciano Elio Lannutti Rosario Trefiletti, presidenti rispettivamente di Federconsumatori e dell'Adusbef.

Dopo Romiti, Guerra e Profumo (la cui liquidazione è stata contestata dalle due associazioni, motivo per cui la procura capitolina ha avviato una perizia secondo la quale l'importo sarebbe il doppio di quanto spettava) seguono al quarto posto Matteo Arpe, che uscendo da Capitalia prese 37,4 milioni di euro; al quinto posto Cesare Geronzi, con 36,65 milioni tra Capitalia e Generali. Poi come detto Luca Cordero con 27 milioni, Roberto Colaninno al settimo posto con i suoi 25,8 milioni per uscire da Telecom. All’ottavo posto troviamo Paolo Cantarella in uscita da Fiat, con 20 milioni, poi Riccardo Ruggiero, via da Telecom con 17,28 milioni di euro.

E ancora, al decimo posto, Maurizio Romiti, che uscendo da Rcs prese 15 milioni, seguito da Carlo Puri Negri (14 milioni da Pirelli), Franco Bernabè (13,7 in due tranche da Telecom), Carlo Buora (12 milioni da Telecom), Vito Gamberale (11,4 da Autostrade), Giovanni Perissinotto (10,7 milioni da Generali) e Fausto Marchionne (10 milioni dopo l’uscita da Fondiaria).

F1 Grand Prix of Bahrain - Race

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: