Piazza Affari apre in rialzo. Borsa Milano +1,1%

I mercati possono tirare il fiato dopo una settimana di passione.

Piazza Affari apre in rialzo con l'indice principale Ftse Mib che sale dell’1,1% a 21.357 punti e l’All-Share dell'1% a 22.561 punti. Come previsto avvio di seduta positivo per i mercati europei, dopo le prime contrattazioni la borsa di Francoforte cresce dello 0,53%, Londra dello 0,74%, Parigi dello 0,5%, e Madrid, la migliore, dell'1,57%. L'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 guadagna lo 0,9%.

Lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi equivalenti scende in picchiata a 126,40 punti dai 136 della chiusura di ieri, con tasso del dieci anni del Tesoro al 2,37%. Anche il mercato secondario risente positivamente della scomparsa dei timori per una eventuale vittoria del Si in Scozia.

Borse Europa attese in rialzo dopo la vittoria del "No" in Scozia


Attesa un'apertura in rialzo per le borse valori europee con il maggior mercato continentale, Londra, a guidare le performance dei listini azionari europei dopo la vittoria del "no" nel referendum sull'indipendenza della Scozia.

Gli spreadbetter finanziari, scrive Reuters, vedono l'indice britannico FTSE 100 avviare gli scambi in rialzo dell'1,2%, a Parigi il CAC 40 a +0,3% e a Francoforte il DAX allo 0,7%.

La Scozia resterà quindi nel Regno Unito, i mercati dopo le rassicurazioni delle Fed Usa sul mantenimento della sua politica monetaria super accomodante possono quindi chiudere la settimana all'insegna dei guadagni recuperando il terreno perso negli ultimi giorni.


"I mercati azionari europei sono pronti a impennarsi dopo che il tentativo di indipendenza della Scozia non è passato. I clienti hanno trascorso la giornata di ieri a costruire costantemente posizioni lunghe in sterline e sul FTSE scommettendo che avrebbero prevalso le menti più lucide e l'Unione sarebbe rimasta intatta"

dice un dealer di Capital spreads a Reuters.

Crisi e Spread

  • shares
  • +1
  • Mail