Affitti, il 76% degli studenti universitari non ha un contratto di locazione

I dati sono allarmanti: solo il 24% degli studenti universitaria in Italia ha un regolare contratto di locazione.

Se siete studenti fuori sede c’è un’altissima probabilità che non siate in possesso di un regolare contratto d’affitto. Non siamo noi a dirlo, ma l’ultima indagine commissionata da Contribuenti.it, l’Associazione Contribuenti Italiani, e condotta dal Centro Studi e Ricerche Sociologiche “Antonella Di Benedetto” di KRLS Network of Business Ethics.

I dati emersi sono allarmanti: tre studenti fuori sede su quattro non hanno un contratto regolare per l’affitto dell’abitazione in cui vivono, in aumento del 5% rispetto all’anno precedente. Nel 2014, infatti, solo il 24% degli studenti universitari può vantare un contratto abitativo regolare.

L’indagine, ce lo spiega Contribuenti.it,

è stata condotta attraverso l’elaborazione di una serie di dati ministeriali, degli uffici tributi, delle banche centrali, degli istituti di statistica e delle Polizie tributarie.

Il nostro 76% di studenti senza contratto - o con contratto in nero - ci posiziona dopo Grecia (67%), Romania (65%), Slovacchia (57%), Bulgaria (52%) e Cipro (45%). E arriviamo a superare addirittura di cinque volte Francia e Germania. Un record di cui andare davvero poco fieri.

Ma qual è la situazione nelle varie regioni? A influenzare notevolmente la percentuale finale è il Nord Ovest, dove l’evasione è al 28,4 percento. Seguono il Centro (27,1%), il Nord Est (26,3%) e il Sud, che influisce soltanto sul 18,2% del totale.

Vittorio Carlomagno, presidente dell’Associazione Contribuenti Italiani, denuncia:

Grandi e piccoli proprietari di case affittano solo a nero le case agli studenti universitari evadendo imposte dirette e indirette. Per debellare tale malcostume, basterebbe consentire alle famiglie di poter detrarre integralmente il canone di locazione dalla dichiarazione dei redditi.

Qualche altra statistica: la regione in cui i contratti in nero sono aumentati maggiormente nell’ultimo anno è la Lombardia (+7,3%), seguita da Lazio (+6,8%) e Veneto (+6,7%). Chiudono la classifica, invece, Campania, Abruzzo e Molise, dove gli affitti in nero sono aumentati rispettivamente dal 2,2%, 1,6% e 1,1%.

Germany Launches 2011 Census

(nel video un’operazione di polizia compiuta a Ostia nel novembre scorso proprio contro gli affitti in nero)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail