Legge di stabilità 2015, Delrio promette taglio delle tasse

Delrio: "manteniamo tutte le promesse fatte agli italiani. Questa legge di stabilità da 30 miliardi ha un approccio radicalmente nuovo".

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio al Corriere della Sera di oggi spiega che la legge di stabilità 2015 sarà una manovra da ben 30 miliardi e che ormai tutto è pronto per il varo della finanziaria, si tratta solo di limare gli ultimi nodi prima del varo e dell'approvazione da parte del Consiglio dei ministri.

Delrio assicura pure che il governo taglierà le tasse con la nuova legge finanziaria:

"Siamo quasi pronti, dobbiamo mettere a punto gli ultimi dettagli, ma posso già dire che questa legge di stabilità da 30 miliardi ha un approccio radicalmente nuovo. Il paese ha bisogno di uno choc, di un atto di coraggio per tornare a crescere. Porteremo questa manovra in Europa senza timori".

Le coperture finanziarie alla manovra? Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dice che dei 16 miliardi in arrivo della spending review una parte verrà:

"dalla lotta all'evasione fiscale".

Ma si profila anche il taglio degli incentivi alle imprese con il previsto riordino delle agevolazioni:

"è un'operazione complessa che abbiamo deciso di affidare a un successivo lavoro più puntuale".

Quindi quali tasse il governo è disposto ad abbassare? Delrio parla di un taglio delle tasse da 18 miliardi che sarà realizzato:

"mantenendo tutte le promesse fatte agli italiani: confermiamo, rendendoli strutturali, sia il bonus da 10 miliardi in busta paga sia il taglio dell'Irap che anzi andiamo a rafforzare, con una spesa complessiva sull'anno di 6,5 mld. A questo aggiungiamo un bonus per gli imprenditori che assumono a tempo indeterminato".

Niente di nuovo sotto il sole dunque, tutte misure già annunciate e che ora devono trovare la necessaria copertura.

Delrio parla anche dell'ipotesi Tfr in busta paga:

"quest'operazione non è nella Stabilità, abbiamo tempo per approfondire il tema".

In ogni caso secondo il sottosegretario questa legge di stabilità:

"ha un approccio radicalmente nuovo: vogliamo mettere denaro nelle tasche degli italiani in maniera stabile e ora tutti, anche gli imprenditori, sanno che potranno contare su misure strutturali. Mi auguro che ora ognuno faccia la propria parte".

E rispetto alla commisione UE che ha espresso timori sulla manovra Delrio dice:

"l'Italia è un Paese che rispetta i limiti e le regole, come quella del 3%, tutti i motivi di debolezza individuati nelle raccomandazione dell'Ue sono stati affrontati con le riforme. (...) Ci aspettiamo che venga riconosciuto il nostro sforzo: in questa nostra prima Finanziaria c'è la riduzione delle tasse e quella delle spese, un vero e proprio stimolo alla crescita. Abbiamo molto di più delle riforme".

Matteo Renzi Government To Face Confidence Vote At The Italian Senate

  • shares
  • +1
  • Mail