Borsa, Atene -6,3% e Piazza Affari -4,44%: sui mercati torna la paura

Il report di Fitch e le preoccupazioni per la scadenza del tutoraggio europeo della Grecia, più i dati macro deludenti in arrivo dagli Stati Uniti seminano il panico in Borsa

Crolla la Borsa di Atene con un – 6,3% che fa tremare non solo le colonne del Partenone, ma anche quelle che sorreggono i mercati finanziari al di qua e al di là dell’Oceano. Il FTSE MIB di Piazza Affari chiude con un – 4,44%, mentre Francoforte e Wall Street registrano, rispettivamente un – 2,59% e un – 1,5%.

Secondo l’analisi di Vito Lops su Sole 24 Ore le cause di questa pessima giornata borsistica sarebbero tre.

La prima è il report diffuso dall’agenzia di rating Fitch sulla situazioni della banche greche che non hanno ancora risolto i problemi di credito. La paura ha causato le vendite dei bond sovrani greci, ma anche di quelli italiani, spagnoli e portoghesi, con gli investitori diretti su quelli tedeschi e sui decennali di Olanda, Francia e Austria.

La seconda causa di instabilità sarebbe la preoccupazione sul piano del governo greco per uscire dal salvataggio della troika. La Grecia, sotto tutela dal 2010, spera di uscire dal commissariamento entro fine anno, quando scadrà il piano di sostegno europeo. Il timore è che l’economia greca – che continuerà ad avvalersi del sostegno dell’Fmi fino al 2016 – non riesca ad autofinanziarsi autonomamente.

Il terzo fattore di instabilità è rappresentato dai dati macro piuttosto deludenti provenienti dagli Stati Uniti, dove le vendite al dettaglio sono calate più di quanto fosse stimato (-0,3% invece di -0,2%). Senza dimenticare il calo del prezzo del petrolio che sta penalizzando tutti i titoli minerari e petroliferi su scala globale.

Piazza Affari 21 agosto

Via | Sole 24 Ore

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail