Indice PMI eurozona sale oltre le attese a ottobre

L'indice Pmi complessivo eleborato da Markit si mantiene comunque sopra la soglia dei 50 punti che separa la fase economica di contrazione da quella di espansione. Bene il dato in Germania, Male in Francia.

L'attività economica nell'eurozona ingrana la marcia ad ottobre con l'indice Pmi composito (manifattura più servizi) che fa segnare 52,2 punti, in crescita dai 52 di settembre e contro un consensus degli analisti fermo a 51,5.

L'indice si mantiene comunque bel saldo sopra la soglia dei 50 punti che separa la fase economica di contrazione da quella di espansione.

Spacchettando il dato l'indice Pmi manifatturiero accelera a 50,7 a ottobre 2014,dai 50,3 a settembre, contro una previsione di 49,9, mentre il Pmi del terziario di questo mese sale a 52,4 come a settembre, ma contro una previsione di 52,0.

Più in dettaglio l'indice Pmi flash comunicato oggi da Markit è salito a ottobre in Germania a 54,3 punti dai 54,1 punti di settembre, ben al di sopra della soglia dei 50 punti, in Francia invece l'indice è sceso ai minimi dal febbraio scorso.

L'indice flash manifatturiero della Germania è cresciuto dai 49,9 di settembre a 51,8 punti (la manifattura tedesca torna quindi a espandersi) quello dei servizi è invece arretrato a 54,8 punti dai 57,7 di settembre.

In Francia l'indice Pmi preliminare complessivo fa segnare ottobre un calo a 48 punti dai 48,4 del mese precedente, sintesi di un pmi manifatturiero scenso da 48,8 a 47,3 punti e quello dei servizi calato 48,4 a 48,1 punti.

Pmi  eurozona luglio 2013


  • shares
  • +1
  • Mail