Legge di Stabilità, Padoan: rinvio valutazione Bruxelles è un fatto tecnico

Il ministro dell'Economia prima di entrare al consiglio Ecofin difende Junker sulla questione tax ruling.

Il rinvio del giudizio della Commissione dell'Unione europea sulle leggi finanziarie approntate dai singoli paesi dell'eurozona è puramente tecnico. Così secondo il ministro dell'economia e delle finanze italiano Pier Carlo Padoan.

Stamattina prima di prendere parte ai lavori del consiglio Ecofin il titolare del dicastero di Via XX settembre ha detto la sua in riferimento alla decisione presa ieri dall'eurogruppo di posticipare da metà a fine novembre la valutazione finale sulle leggi di stabilità che hanno già ottenuto ottenuto da Bruxelles un primo semaforo verde, tra cui quella italiana licenziata a metà ottobre dal governo Renzi.


"Il rinvio non è dettato da nulla se non dal fatto banale che, siccome c'è stato un cambio di guardia alla Commissione, i nuovi commissari hanno bisogno di tempo perché hanno iniziato a lavorare qualche giorno fa. E' assolutamente un fatto tecnico"

ha commentato Padoan. Durante la pubblicazione delle stime di autunno, tre giorni fa, la nuova commissione Ue non aveva fatto nessun accenno alle bozze di manovra presentate dai governi dei singoli Stati di Eurolandia.

E a proposito di nuova commissione Ue, Padoan stamattina è stato incalzato da un cronista anche sul nuovo presidente dell'esecutivo comunitario, Jean-Claude Juncker, già primo ministro lussemburghese (dal 1995 al 2013): la questione ruota attorno al "tax ruling" con cui il Lussemburgo ha concesso negli anni passati grosse agevolazioni fiscali alle multinazionali. A Padoan è stato chiesto se questo inficiasse la credibilità di Junker:

"Penso assolutamente di no. Io interpreto questo fatto (le polemiche sugli accordi fiscali agevolati, Ndr) come il risultato di un clima in cui c'è molta trasparenza, come dimostrano le decisioni prese con l'adozione dello scambio automatico delle informazioni"

ha detto il ministro.

Ministero Economia commenta raccomandazioni UE

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail