Cina-Usa: accordo di libero scambio per ridurre dazi settore informatica

L'accordo potrebbe portare alla prima vera riduzione delle tariffe sul commercio di beni informatici in 17 anni.

Stati Uniti e Cina, la prima e la seconda economia del mondo, firmano un nuovo capitolo nella storia degli scambi commerciali eliminando i dazi per i prodotti informatici. L'intesa potrebbe aprire la strada alla prima vera riduzione delle tariffe in ambito Wto (World trade organization) in 17 anni.

Una svolta che secondo il rappresentante per il Commercio degli Stati Uniti Michael Froman porterà alla "rapida conclusione" dei colloqui per estendere l'Information Technology Agreement (Ita) all'Organizzazione mondiale del commercio entro la fine del 2014.

L'accordo in soldoni permette la riduzione della tariffe internazionali su prodotti come attrezzature mediche, dispositivi gps, console per videogiochi e semiconduttori.


"E' una notizia incoraggiante per le relazioni Usa-Cina.Mostra come Usa e Cina lavorino insieme sia per far avanzare la nostra agenda economica bilaterale ma anche per sostenere il sistema del commercio multilaterale"

ha detto Froman dopo una riunione del summit economico Asia-Pacifico (Apec) a Pechino.

L'Ita è in vigore dal 1997 e comprende scambi per oltre 4.000 miliardi di dollari all'anno in base alle stime fornite dal governo statunitense. Con un nuovo accordo internazionale sarebbero eliminate tariffe per oltre 1.000 miliardi di vendite in prodotti del settore Information Technology.

Le trattative per rivedere il trattato Wto sul commercio di beni informatici si erano bloccate nell'estate del 2013, quando non c'era accordo tra Cina e Usa sull'elenco dei prodotti.

(Nel video in alto: Dazi doganali. Pechino minaccia Washington - ottobre 2011)

A bank teller counts stacks of US dollar

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail