Cina e Australia firmano accordo di libero scambio

Il 93% dell'export australiano in Cina sarà libero da dazi in 4 anni. L'accordo di libero scambio arriva dopo 10 anni di negoziati.

A conclusione del G20 di Brisbane in Australia il presidente cinese Xi Jinping e il premier australiano Tony Abbott hanno firmato un accordo di libero scambio tra i due Paesi.

L'intesa consentirà alla maggior parte delle esportazioni australiane (93%) di entrare in Cina senza tariffe doganali per quattro anni riducendo al contempo gli ostacoli agli investimenti cinesi in Australia.

L'intesa arriva dopo ben 10 anni di negoziati ed è relativa a prodotti agricoli australiani come riso, latte e i suoi derivati, lana, cotone, e 40 servizi tra cui la salute, la previdenza sociale e i servizi legali.

Per Canberra l'accordo vale l'apertura verso nuovi mercati da miliardi di dollari e significa ridurre la sua dipendenza dal settore minerario.

I due paesi agiranno in modo congiunto anche contro il cambiamento climatico, condividendo le tecnologie per raggiungere una maggiore efficienza energetica.

L'accordo, ha aggiunto Abbot:

creerà posti di lavoro e migliorerà il nostro livello di vita.

Il ministro del Commercio australiano, Andrew Robb, a margine dell'accordo alla stampa ha detto che una volta a pieno regime l'intesa comprenderà il 99,9% dell'export australiano.

Accordo Cina Australia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail