Marca da bollo digitale dal 2015

I cittadini potranno acquistare le marche da bollo direttamente su internet per poi pagare l'imposta sempre online.

La marca da bollo digitale debutterà tra un anno, con il governo Renzi che è pronto per far partire, in modo graduale, il sistema pubblico di identità digitale: entro aprile 2015 i cittadini-contribuenti potranno chiedere il Pin unico per l’accesso a tutte le amministrazioni che erogano servizi online, un solo codice per tutti gli enti pubblici.

Tra gli obiettivi del programma gestito dall'Agenzia governativa per le semplificazioni anche la rivoluzione della marca da bollo che da cartacea diventa digitale.

Come funziona il bollo digitale

Il pagamento dell’imposta legata alla formazione di un atto amministrativo sarà solo telematico. Le amministrazioni centrali e locali si connetteranno al “Nodo dei pagamenti” con un software messo a disposizione dall'Agenzia delle entrate, software che controllerà l'apposizione della marca da bollo digitale sugli atti.

I cittadini dal canto loro potranno acquistare le marche da bollo direttamente direttamente online dai prestatori di servizi di pagamento quali banche, istituti di moneta elettronica, Poste italiane istituti di pagamento purché siano convenzionati con le Entrate.

Quando passeremo materialmente alla marche da bollo digitali? Entro i primi sei mesi del 2015 sarà completata la fase pilota che coinvolgerà una ridotta schiera di amministrazioni e prestatori di servizi di pagamento, nei seguenti 18 mesi il sistema sarà esteso alle altre amministrazioni. Tempi non lunghissimi insomma, ma nemmeno troppo celeri, almeno 3 anni.

La dematerializzazione della marca da bollo disponibile presso le amministrazioni pubbliche centrali e le regioni dovrebbe avvenire non oltre dicembre 2015. Entro dicembre 2016 presso la metà dei Comuni presenti in Italia ed entro il 2017 nel 90% dei Comuni.

Sempre in base al programma della Agenzia per le semplificazioni per gli altri pagamenti online di multe, tributi, bollette e così via, bisogna invece attendere la fine del 2016.

marca da Bollo digitale

  • shares
  • +1
  • Mail