Prezzi dei carburanti in calo, dove conviene fare benzina

Prezzo di benzina e diesel ancora in flessione alla pompa in scia al tracollo del prezzo dell'oro nero sui mercati internazionali.

Prezzi dei carburanti in calo come conseguenza del crollo del prezzo del petrolio, che ai minimi da quattro anni. Ieri l'Opec, il cartello dei Paesi produttori di greggio, ha lasciato invariati i livelli di produzione, sposando - un matrimonio un po' forzato in realtà - la linea imposta soprattutto dall'Arabia Saudita secondo cui il mercato si stabilizzerà da solo.

Tornando ai prezzi del carburante alla colonnina, secondo la rilevazione di Quotidiano Energia oggi il market leader Eni ha tagliato il prezzo della benzina e del diesel di 1,5 centesimi al litro.

Le medie nazionali dei prezzi della verde e del gasolio in modalità servito si attestano ora, rispettivamente, a 1,713 e 1,641 euro al litro, mentre il prezzo medio del Gpl è a 0,691 euro al litro. Le punte di prezzo dei carburanti arrivano in alcune aree delle rete di distribuzione nazionale a 1,774 euro al litro per la benzina, a 1,696 euro al litro per il diesel e a 0,711 euro a litro per il Gpl.

Dove conviene fare rifornimento. A livello Paese sempre in modalità "servito", secondo il campione di stazioni di servizio rappresentativo dellasituazione nazionale del Servizio Check-Up Prezzi di QE, il prezzo medio praticato della benzina va oggi dagli 1,688 euro di Eni agli 1,713 di Q8, con i distributori no-logo che non vanno oltre 1,550 euro al litro.

Per il diesel invece si va da 1,612 euro al litro di Eni a 1,641 euromdi Tamoil, con le no-logo a 1,460 euro/litro. Il Gpl oscilla tra 0,669 euro al litro praticato da Shell e 0,691 di IP, con i no-logo che non superano 0,657 euro al litro.

Benzina prezzi in calo dove conviene

  • shares
  • +1
  • Mail