UE: 71 milioni di rimborsi agli agricoltori italiani

Il provvedimento riguarda la restituzione dei fondi trattenuti in modo preventivo dai pagamenti diretti dell'Unione europea per il 2014 agli imprenditori agricoli.

868 milioni di euro in arrivo per gli agricoltori europei, con gli imprenditori agricoli italiani che potranno beneficiare di 71 milioni di euro.

Gli stati membri Ue potranno rimborsare gli agricoltori a cui erano stati ridotti i fondi a partire dal primo dicembre 2014 entro e non oltre il 15 ottobre dell'anno prossimo.

L'ok allo sblocco dei rimborsi da parte della Commissione europea è messo nero su bianco con il regolamento numero 1259/2014 del 24 novembre 2014 che è stato pubblicato sulla Gazzetta europea del 26/11/2014 L. 139.

Il provvedimento riguarda la restituzione dei fondi trattenuti in modo preventivo dai pagamenti diretti dell'Unione europea per il 2014, anno per il quale la commissione europea non abbisogna di quei fondi che possono perciò essere recuperati per i rimborsi.

La commissione Ue ha stabilito quindi che saranno rimborsati gli Stati membri fatta eccezione per Bulgaria, Croazia e Romania, secondo il sistema di rimborso dei fondi Ue concordato nella riforma della Pac (Politica agricola comune) del 2013 la cui prima applicazione si è avuta con il regolamento numero 1259 del 2014.

Gli imprenditori agricoltori europei sono sottoposti alla cosiddetta disciplina finanziaria che prevede la compensazione di eventuali carenze di bilancio della Pac con tagli sui pagamenti che l’Unione dispone ogni anno direttamente agli agricoltori che applicano le disposizioni Ue di produzione nel rispetto della tutela del territorio, dell’ambiente, della qualità e del benessere del mondo animale.

IMU terreni agricoli 2014

  • shares
  • +1
  • Mail