Padoan: grazie all'Italia ora l'Europa punta alla crescita

L'intervista del ministro dell'Economia al Corriere della sera: "Bruxelles ha compreso che non si poteva continuare a strisciare sul fondo della crescita"

Il ministro dell'Economia e delle finanze Pier Carlo Padoan rivendica quelli che sono, a suo dire, i meriti del semestre di turno di presidenza italiana dell'Ue.

L'Europa ha detto il ministro:

"non ci ha dato una mano, responsabilmente Bruxelles ha compreso che non si poteva continuare a strisciare sul fondo della crescita. Che non basta verificare, come fossimo computer, i saldi contabili per stabilire la giustezza o meno di una politica di bilancio. Si deve analizzare anche la qualità del bilancio, e cioè la composizione di entrate e spese, dove si mettono le risorse e quale sia il programma di riforme strutturali. E questo è merito anche della presidenza di turno italiana".

E ancora:

"Quando a luglio entrammo in carica e mettemmo l'accento sulla nostra azione dicendo che in Europa si doveva iniziare a parlare di crescita, di occupazione e quindi di investimenti, integrazione dei mercati e riforme strutturali, ci fu chi sorrise. Grazie all'Italia questi temi oggi sono dell'Europa intera e non solo: si è avviato lo scambio automatico di informazioni per evitare l'evasione, il contrasto all'elusione fiscale (…). Ma soprattutto oggi si parla finalmente di investimenti con il piano Juncker da 300 miliardi di euro".

Insomma se la commissione europea ora punta più alla crescita che all'improduttiva austerità è anche grazie all'Italia secondo Padoan.

Sulle privatizzazioni dei gioielli di famiglia il ministro dell'Economia spiega che si continua, la strada è quella tracciata:

"abbiamo quotato Fincantieri e Ray Way e non abbiamo frenato, ma vogliamo valorizzare di più i nostri asset".

Il bonus da 80 euro al mese promesso anche ai pensionati e agli autonomi da Renzi e mai arrivato?

"Abbiamo cominciato dalla pressione fiscale sul lavoro per favorire più occupazione"

ha tagliato corto il ministro.

padoan crescita Ue grazie a Italia

  • shares
  • +1
  • Mail