Eurogruppo: "Deficit dell'Italia troppo alto, servono misure entro marzo"

Secondo l'Eurogruppo servono "misure addizionali tempestive".

Dalla riunione straordinaria dei ministri dell'Economia e delle Finanze che si è svolta a Bruxelles sono emerse alcune indicazioni precise per i Paesi come l'Italia che hanno un alto deficit. In un comunicato l'Eurogruppo infatti avverte:

"I Paesi a rischio di non rispetto del Patto devono prendere misure addizionali tempestivamente per affrontare il gap evidenziato dalla Commissione europea e rispettare l'appropriata convergenza verso l'obiettivo di medio termine e il rispetto della regola del debito"

Il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem sul caso dell'Italia dice che si tratta di una questione di credibilità, perché è già stato detto che entro marzo 2015 servono nuove misure, per cui è necessario che esse vengano effettivamente prese e soprattutto rispettate. Ciò che preoccupa è il fatto che il governo Renzi prevede uno sforzo che è solo dello 0,1%, mentre secondo la Commissione all'Italia servirebbe una correzione del deficit strutturale dello 0,5% nel 2015. Per questo servono delle misure efficaci che consentano di migliorare lo sforzo strutturale perché il debito alto è motivo di preoccupazione.
Le indicazioni dell'Eurogruppo seguono la via già indicata lo scorso mese dalla Commissione Europea che ha rinviato a marzo ogni giudizio sull'Italia.

Il commissario Pierre Moscovici sull'Italia ha detto:

"Ci auguriamo che le misure siano prese, abbiamo mostrato gli scostamenti tra quanto fatto e gli obiettivi, sottolineato che vanno ridotti e fissato un calendario. Sappiamo tutti cosa succederebbe se le regole non venissero rispettate, vogliamo tutti che siano rispettate"

Nel video in alto Jeroen Dijsselbloem al suo arrivo oggi alla riunione dell'Eurogruppo e nella foto in basso con Pierre Moscovici.

Eurogruppo avverte Italia su riduzione debito

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail