Bonus di 80 euro ai pensionati, il governo smentisce

Niente bonus per i pensionati sennò si sfora il 3% del rapporto deficit/pil. Il governo si giustifica per un altro annuncio rimasto sulla carta. L'azione dell'esecutivo, spiegano da Palazzo Chigi, si basa sull'osservanza dei parametri Ue.

Il bonus di 80 euro non sarà esteso ai pensionati. Palazzo Chigi smentisce l'ipotesi circolata su alcuni organi di informazione sull'allargamento della platea del bonus Irpef oggi preso da 10 milioni di lavoratori dipendenti dalle fasce di reddito medio-basso.

Il bonus, introdotto dal governo Renzi a maggio scorso alla vigilia delle elezioni europee, rimarrà esclusivo appannaggio di quella fetta di popolazione a differenza di quanto aveva promesso il premier che parlava di futura estensione del credito d'imposta anche ai pensionati (il 41% prende meno di mille euro al mese) e agli autonomi.

L'ipotesi è destituita di ogni fondamento: allargare il bonus degli 80 euro ai pensionati porterebbe a non rispettare i vincoli europei, sfondando il tetto del 3% del rapporto deficit/pil. Dietro il paravento europeo, il governo si giustifica per un altro annuncio rimasto sulla carta.


L'azione dell'esecutivo, spiegano le stesse fonti di Palazzo Chigi, si basa sull'osservanza dei parametri europei oltre a spingere per la crescita con la legge di stabilità che diventa centrale nella strategia economica del governo.

E a proposito di pensioni in Italia la spesa previdenziale è pari al 32% del totale della spesa pubblica, la percentuale più alta tra i 34 paesi Ocse secondo quanto emerge dall'Outlook sulle pensioni dell'Ocse per il 2014. Nei paesi più avanzati la spesa media per le pensioni è il 18% del totale della spesa governativa.

80 euro a pensionati

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail