Padoan: "trovato accordo sul bilancio europeo 2015"

L'intesa, ha detto Padoan "permette di pagare le bollette arretrate e salvaguardare i bilanci dei paesi membri".

L'accordo sul bilancio Ue è stato trovato. A dirlo è stamattina il nostro ministro dell'economia Pier Carlo Padoan.

I 28 paesi dell'Unione hanno raggiunto l'intesa sul bilancio Ue per il 2015 e sugli emendamenti per quello del 2014, permettendo quindi il pagamento delle fatture sospese per servizi già erogati, pari a circa 28 miliardi.

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, in qualità di presidente di turno del Consiglio Ecofin che sta per cominciare, ha rivendicato il ruolo dell'Italia nel semestre di presidenza di turno dell'Unione europea:


"Grazie alla presidenza italiana abbiamo raggiunto un accordo sul bilancio europeo 2014-15 che permette di pagare le bollette arretrate, salvaguardare i bilanci dei paesi membri e trovare risorse per il rilancio della crescita"

Inoltre lo sforzo in più che è richiesto dalla Ue all'Italia sulla via delle riforme e del risanamento dei conti:

"ha a che fare con l'efficacia delle misure, si tratta di precisare l'impatto di quelle che il Governo ha già adottato"

ha aggiunto Padoan entrando all'Ecofin ribadendo quanto scritto in un tweet:


L'Eurogruppo ieri ha passato al vaglio i pareri della Commissione Ue sulle leggi di stabilità per il 2015 dei paesi membri. All'Italia, che sta varando una manovra finanziata per 11 miliardi in deficit, sono state chieste misure addizionali entro marzo. Il governo Renzi prevede uno sforzo massimo dello 0,1%, mentre secondo la Commissione la correzione del deficit strutturale che serve all'Italia sarà dello 0,5% nel 2015.


Pier Carlo Padoan - Ecofin

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail