Mobbing: licenziata per malattia, viene reintegrata

Maria Battocchio Guadagnini era stata licenziata dal Parco Natura Viva di Pastrengo perché era stata assente troppi giorni per malattia. Il giudice ha accertato che la donna era vittima di mobbing.

Maria Battocchio Guadagnini è consociuta come la "mamma delle scimmie" perché dal 2000, nell'ambito del suo lavoro di keeper al Parco Natura Viva di Pastrengo, si è occupata dei cuccioli degli scimpanzé nati in cattività e trascurati dalle madri. Lei si occupava delle scimmiette allattandole e assistendole finché non diventavano autosufficienti. Grazie al suo lavoro di lei hanno parlato anche i media, ma questo non le ha impedito di essere vittima di mobbing.

Nel 2008, infatti, dopo qualche giorno di malattia, rientrando al lavoro alla donna sono state cambiate le mansioni: è stata mandata a occuparsi dei rinoceronti, dar loro il fieno, aprire e chiudere i cancelli. Inoltre, subiva continui rimproveri, veniva lasciata da sola anche quando doveva svolgere compiti che richiedevano l'impiego di due persone e tutto quello che faceva non andava più bene.

Maria così si è ammalata ed è stata assente 153 giorni nel 2011 e 284 giorni nel 2012 per malattia. A causa di questa lunga assenza è stata licenziata per aver superato il "periodo di comporto". Nel frattempo ci sono stati anche altri problemi perché il figlio di Maria, che faceva il veterinario nel Parco, è stato anch'egli licenziato in seguito a un'accusa per diffamazione dopo che su Facebook aveva postato delle foto di animali morti scrivendo che era successo a causa di maltrattamenti e criticava il modo di operare all'interno del parco. Ha anche dovuto pagare una multa di 20mila euro per aver diffamato il legale rappresentante del Parco e anche la signora Maria e un altro dipendente, Luca Rizzini, che lasciò il lavoro perché non sopportava come la donna veniva trattata dopo il licenziamento del figlio, sono stati denunciati per diffamazione da Casare Zaborra Avesani, ma sono stati assolti.

Il giudice ha infatti accolto la ricostruzione fatta dall'avvocato Sabrina Carlotto, il legale della signora Maria Battocchio Guadagnini, e ha dunque ritenuto che il motivo della malattia della donna era da rintracciare nel mobbing cui era stata sottoposta dai datori di lavoro. Ora è stata reintegrata e le spetta anche un'indennità a titolo di risarcimento.

Caso di Mobbing al Parco Natura Viva di Pastrengo

Foto © Facebook Parco Natura Viva

  • shares
  • +1
  • Mail