Start-up innovative: 200 milioni dal Mise

Al via da febbraio il regime di aiuto per sostenere la nascita e lo sviluppo delle start-up italiane più innovative.

Le start-up più innovative, costituite o da costituire, dal 16 febbraio 2015 potranno accedere al fondo da 200 milioni di euro stanziati dal Mise, il Ministero dello sviluppo economico retto da Federica Guidi.

Il decreto del Mise del 24 settembre 2014, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 13 novembre 2014, prevede l’istituzione di un regime di aiuto ad hoc finalizzato a sostenere la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative.

Le startup devono essere ubicate sul territorio nazionale. Saranno agevolate nell'acceso ai fondi quelle in possesso di una serie di requisiti tra cui il rating di legalità, accertate competenze manageriali e tecniche, efficaci strategie di marketing e disponibilità di capitale proprio.

Le agevolazioni finiranno alle start-up innovative iscritte nella sezione speciale del registro delle imprese costituite da non più di quattro anni e/o alle persone fisiche che vorranno avviare una start-up innovativa.

La circolare della Direzione generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello sviluppo economico porta la data del 10 dicembre 2014, protocollo n. 68032. Il comunicato ufficiale non è stato ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Fondi Mise alle start-up, come funziona


L'unica modalità di invio delle domande per le start-up è online, il massimo importo finanziabile messo a disposizione dal Mise passa da 500 mila euro a 1,5 milioni di euro e si tratterà di finanziamento a tasso zero, fino al 70% dell’investimento totale, da restituire in dieci anni.

La percentuale massima di finanziamento può arrivare all’80% se la start-up sarà costituita esclusivamente da donne o da giovani o se potrà vantare nel suo staff la presenza di un dottore di ricerca italiano che dall’estero ha scelto di rientrare in Italia.

Soltanto per le start-up con sede nel Mezzogiorno e nell'area del cratere sismico dell’Aquila è previsto contributo a fondo perduto del 20%. Le start-up nate da non più di un anno potranno beneficiare anche di un tutoring tecnico-gestionale, con servizi specialistici.

 start up fondi mise 2015

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail