Bankitalia: debito pubblico in aumento ed entrate in calo a ottobre

Bankitalia diffonde il bollettino statistico di finanza pubblica di ottobre. A ottobre debito pubblico su di 23,5 mld.

Il debito pubblico italiano aumenta a ottobre di 23,5 miliardi di euro, arrivando a toccare i 2.157,5 miliardi, spiega oggi Bankitalia nel supplemento di finanza pubblica al suo bollettino statistico.

L'incremento del debito è ascrivibile per 6,6 miliardi al fabbisogno delle amministrazioni pubbliche e per 17,8 miliardi all'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro, si legge nel rapporto diffuso stamattina da Palazzo Koch.

L'emissione di titoli sopra la pari, l'apprezzamento dell'euro e gli effetti della rivalutazione dei Btp indicizzati all'inflazione (BTPi) hanno comunque contenuto l'aumento del debito per 0,8 miliardi.

La ripartizione per sottosettori mostra che il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 25 miliardi, quello delle amministrazioni locali è sceso di 1,5 miliardi e il debito degli enti previdenziali è rimasto in sostanza invariato.

Nei primi dieci mesi dell'anno che sta per sta per chiudersi il debito pubblico è aumentato di ben 87,7 miliardi così divisi: 64,4 miliardi per il fabbisogno delle amministrazioni pubbliche e 31,7 miliardi per l'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro.

Nel fabbisogno del periodo gennaio-ottobre 2014 ha influito anche il sostegno finanziario ai paesi dell'area dell'euro, per 4,7 miliardi di euro.

Sempre Bankitalia informa nello stesso supplemento al bollettino statistico di finanza pubblica che a ottobre le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 28,5 miliardi, in calo di 2,7 miliardi (-0,8%) rispetto allo stesso mese dell'anno scorso.

Nei primi dieci mesi del 2014, le entrate sono rimaste sostanzialmente invariate, pari a 307,722 miliardi di euro, tuttavia considerando una disomogeneità nella contabilizzazione di alcuni incassi la dinamica delle entrate tributarie sarebbe stata meno positiva.

Bankitalia debito pubblico ottobre

  • shares
  • Mail