Una buona notizia: la fine del roaming.

MOV3IMP.jpg Finalmente qualcosa si muove sul fronte tariffe telefoniche!

E' di questi giorni la notizia che l'Unione Europea ha intenzione di azzerare i costi delle chiamate effettuate in roaming internazionale.

E non finisce qui, perché il Commissario Europeo alla Società dell'Informazione e dei Media, Viviane Reding, ha intenzione di introdurre, nei Paesi dell'UE, il principio del "prezzo domestico": ogni cittadino europeo potrà così telefonare da qualunque nazione europea alle stesse condizioni -soprattutto costi- dello Stato di appartenenza. In particolare, per il roaming, si intende intervenire su quanto l'operatore di una nazione è costretto a sborsare all'operatore di un'altra, quando un abbonato chiama, o viene chiamato, mentre si trova all'estero.
Verranno regolamentate anche le spese che l'utente si vede addebitare dal proprio operatore per le chiamate "estere". La proposta più interessante riguarda l'abolizione dei costi sostenuti da chi riceve telefonate durante viaggi in altri Paesi: tutti sappiamo che, in questi casi, una quota viene pagata anche dal ricevente. Insomma una vera rivoluzione nel mondo dei cellulari. Ogni tanto una buona notizia ci vuole, purtroppo sono sempre troppo rare, come ben sappiamo! Vedremo se la proposta andrà in porto.

  • shares
  • +1
  • Mail