Mini Jobs: è boom per il lavoro a chiamata

I voucher legati ai mini jobs sono un sistema di pagamento che i datori di lavoro utilizzano per quelle prestazioni eseguite al di fuori di un normale contratto di impiego.

Boom per il mini-jobs, il lavoro a chiamata. Dal 2012, anno in cui lo strumento è stato esteso a tutti i settori economici, il ricorso allo stesso è più che triplicato: da oltre 23.800.000 ore utilizzate si è arrivati alle a 71.600.000 ore del 2014.

Secondo uno studio della Cgia di Mestre quest'anno sono state vendute infatti oltre 71 milioni di ore di lavoro a chiamata che hanno interessato un milione di persone nei settori commercio, ristorazione, turismo e servizi.

Tra i destinatari dell'offerta occupazionale riguardante i mini-jobs alla tedesca ci sono casalinghe, pensionati, badanti ma anche studenti, disoccupati e dopolavoristi, tutte categorie di persone che percepiscono i cosiddetti voucher. E non per tutti il minijobs rappresenta un secondo lavoretto, come è stato invece studiato e pensato in Germania.

I voucher sono un sistema di pagamento che datori e committenti di lavoro possono utilizzare per remunerare quelle prestazioni eseguite al di fuori di un normale contratto di impiego, ultima frontiera della flessibilità-precarietà, garantendo al prestatore d'opera la copertura contributiva-previdenziale e quella assicurativa presso l'Inail. Un voucher (buono-lavoro) è pari a 10 euro lordi l'ora (7,5 euro netti).

Come rileva la Cgia il rischio è quello di un uso improprio di questi buoni da parte di imprenditori e datori di lavoro:

Grazie all'introduzione di questa formula è stato possibile far emergere una quota di sommerso che altrimenti sarebbe stata difficile da contrastare. Ora, anche i lavoretti saltuari sono tutelati. In più, chi viene assunto per poche ore con questi buoni può menzionare nel suo curriculum questa esperienza. Inoltre, per limitare l'utilizzo improprio di questi buoni, il legislatore ha stabilito che ognuno di questi deve essere orario, datato e numerato progressivamente. Tuttavia, la possibilità di aggirare la norma non manca purtroppo, questa possibilità è presente in qualsiasi caso, figuriamoci quando si tratta di un accordo che, come in questa fattispecie, è di natura verbale

spiega il segretario della Confederazione artigiana mestrina Giuseppe Bortolussi.

mini jobs  voucher cos'è

  • shares
  • +1
  • Mail