Carburanti: prezzi in calo a Capodanno, self da record

Proseguono i ribassi sulla rete di distribuzione nazionale. Dove conviene fare rifornimento di benzina, gasolio e gpl.

Il giro di ribassi dei prezzi dei carburanti avviato da Eni il giorno di Natale prosegue fino alla vigilia di Capodanno complice la situazione sui mercati internazionali dei prodotti i cui prezzi sono nuovamente in calo.

Oggi secondo il monitoraggio di Quotidiano Energia ad abbassare i listini di benzina e gasolio sono state IP (-0,8 centesimi al litro), Q8 (-1 centesimi) e Shell (-1 centesimi).

I prezzi praticati sulla rete di distribuzione nazionale continuano perciò a scendere non con la stessa forza delle scorse settimane però, quando il prezzo del greggio aveva raggiunto in suo minimo da quattro anni.

Secondo il campione di impianti rappresentativo della situazione nazionale del Servizio Check-Up Prezzi di QE, il prezzo medio praticato della benzina in modalità servito va oggi dall'1,591 euro al litro di Eni all'1,634 di Tamoil, con le No-logo a 1,473 euro al litro.

Per il diesel si va dall'1,525 euro al litro di Eni all'1,561 di Tamoil, con gli impianti No-logo a 1,384 euro/litro. Il Gpl oscilla tra 0,617 euro al litro di Eni e 0,633 di Shell, con i distributori No-logo a 0,610 euro.

I livelli più bassi in modalità servito per tutti e tre i prodotti nel nord Italia sono pari a 1,498 euro al litro per la benzina, 1,478 euro per il diesel e 0,579 euro/litro per il Gpl.

Ma sono i prezzi del carburante in modalità self a battere ogni record, con i minimi che scendono a 1,375 euro al litro per la benzina e 1,295 euro al litro per il diesel e le medie che in date aree del Paese scendono, rispettivamente, sotto gli 1,45 e gli 1,35 euro al litro per alcuni marchi della Gdo.

Prezzi-benzina oggi e capodanno

  • shares
  • Mail