Prezzi dei carburanti: nuovi ribassi

Le riduzioni dei prezzi alla pompa di oggi seguono quelle avvenute nel fine settimana sui prezzi raccomandati.

Nuovi ribassi dei prezzi sulla rete carburanti nazionale, con la quotazione del greggio ai minimi dal 2009 e dopo che il market leader Eni stamattina, alla vigilia della Befana, ha tagliato di 2 centesimi al litro i prezzi raccomandati sia della benzina che del gasolio e di 3 centesimi al litro quelli del Gpl.

I cali seguono quelli avvenuti nel fine settimana sui prezzi raccomandati con le riduzione praticate da IP, di -0,5 centesimi sulla benzina e sul diesel, Q8 e Shel, di -1 centesimo su entrambi i prodotti, recependo così anche la diminuzione di 2,4 millesimi al litro delle accise sui due carburanti.

I prezzi praticati sulla rete di distribuzione sono quindi in costante flessione con ulteriori margini di ribasso visto che l'ultimo taglio di Eni non ha ancora dispiegato appieno i suoi effetti sulla concorrenza.

Dove conviene fare rifornimento di carburante

Secondo il consueto campione di impianti rappresentativo della situazione nazionale fornito dal servizio Check-Up Prezzi di Quotidiano Energia, il prezzo medio praticato in in modalità servito della benzina oggi va da 1,581 euro al litro di Eni a 1,621 di Shell e Tamoil, con i distributori No-logo a 1,462 euro al litro.

Per il diesel si va invece da 1,515 euro al litro praticato da Eni a 1,553 di Tamoil, con i no-logo a 1,368 euro a litro. Per il Gpl si oscilla tra 0,608 euro al litro di Eni e 0,633 euro/litro di Shell, i distributori No-logo con al solito battono tutti fermandosi a 0,603 euro al litro.

Le punte minime di prezzo sempre in modalità servito, No-logo esclusi, rilevate per tutti e tre i prodotti nel nord Italia si attestano a 1,485 euro al litro per la "verde" a 1,471 euro per il diesel e 0,570 euro al litro per il Gpl.

Carburanti prezzi oggi 5 gennaio EPIFANIA

© Foto Getty Images - Tutti diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail