Prezzo petrolio ai minimi da 6 anni: Brent sotto i 40 dollari

Greggio ai nuovi minimi, borse in affanno, cosa sta succedendo?

Prezzo petrolio Libia

Il prezzo del petrolio di riferimento europeo, il Brent, è sceso ieri sotto i 40 dollari al barile. Dopo la riunione del cartello dei produttori che la scorsa settimana ha mantenuto invariati i livelli produttivi (nessun taglio che farebbe salire i prezzi) ora, come nota Trendonline, i continui ribassi stanno zavorrando le borse mondiali visto che i titoli di società legate al petrolio sono oggetto di copiose vendite con ovvie conseguenze sugli indici azionari.

Anzi gli stessi analisti che avevano previsto una salita delle quotazioni del greggio nell'ultimo trimestre del 2015 dicono ora che i prezzi del petrolio non saliranno nemmeno nel corso del 2016. Sta succedendo che l'Opec, con l'Arabia Saudita in testa, vuole mantenere la produzione a livelli così alti per contrastare la concorrenza dello Shale gas, il procedimento con cui gli Usa estraggono petrolio dalle pietro bituminose.

Ma livelli produttivi così elevati "esondano" dalle richiesta del mercato, di conseguenza aumentano le scorte di greggio con un deprezzamento del sottostante. Dopo l'affossamento di ieri dei listini continentali e di Wall Street, oggi in Asia, Tokyo perde l'1% e Hong Kong lo 0,4%.

Poco sotto la parità Seul e le borse cinesi anche se Pechino ha tagliato il tasso di cambio dello yuan sul dollaro ai minimi dal 2011. Stamane in apertura il greggio è in recupero a Londra spingendo i future su Wall Street nell'attesa dei dati sulle scorte negli Stati Uniti.

Prezzo petrolio ancora giù: greggio WTI sotto i 40 dollari


24 agosto 2015
Prezzo del petrolio

in ulteriore e deciso calo in scia alla scelta dell'Iran di aumentare la produzione e al tracollo dei mercati azionari asiatici. Sulle piazze finanziarie orientali il future sul greggio WTI cala di oltre un dollaro, sotto i 40, a 39,36 dollari al barile. Il Brent scende invece sotto 45 dollari per attestarsi a 44,30 dollari al barile.

Prezzo petrolio ai minimi da 6 anni e mezzo


14 agosto 2015

Il prezzo del petrolio scende oggi ai minimi da quasi 6 anni e mezzo, i futures sul greggio hanno infatti toccato il nuovo minimo record in scia ai timori di un eccesso di offerta. Gli ultimi dati mostrano un grosso accumulo di scorte di greggio e la chiusura di raffinerie il che alimenta nei mercati la paura di un incremento spropositato dell' offerta che appunto fa scendere i prezzi.

Ieri, secondo quanto riporta Reuters, il prezzo dell'oro nero aveva perso più del 3% dopo che un rapporto aveva evidenziato, alla data dell'11 agosto scorso, un aumento di oltre 1,3 milioni di barili delle scorte nel punto di smistamento di Cushing in Oklahoma (USA).

A ciò si somma lo stop obbligato della più grande raffineria di Bp del Midwest, a Whiting nello stato americano dell'Indiana, forte di una capacità di 413.500 barili al giorno ora ridotta di due terzi per aggiustare una falla, operazione che richiederà almeno un mese.

Alle 11:20 circa ore italiane il futures sul petrolio Brent (di riferimento europeo) perdeva lo 0,06% a 49,19 dollari il barile, ma in mattinata era calato fino a 48,93, il Wti americano cede decisamente di più, lo 0,40% a 42,06 dollari.

Prezzo petrolio ai minimi da 5 anni e mezzo


6 gennaio 2015
Il prezzo del petrolio

è ai minimi da 5 anni e mezzo, con il Wti - il petrolio americano (texano) parametro di riferimento per i contratti scambiati al New York Mercantile Exchange (NYMEX) - che scivola sotto i 49 dollari USA al barile.

Sul circuito elettronico i future sul Wti light crude calano oggi di 1,36 dollari a 48,66 dollari, ai minimi da aprile 2009, e quelli sul Brent - il petrolio scambiato al London International Petroleum Exchange, riferimento globale per il mercato del greggio che determina il 60% del prezzi - cala di 1,57 dollari a 51,54 dollari, dopo un minimo di 52,04 dollari.

A pesare sono i rifornimenti in eccesso e il calo della domanda, situazione a cui l'Arabia Saudita, primo produttore mondiale di greggio, risponde decidendo di tagliare il prezzo di vendita del petrolio in consegna negli USA il mese prossimo, proseguendo nella lotta contro i produttori americani non convenzionali per riconquistare quote di mercato.

Il prezzo del future sul Wti, con scadenza a febbraio, è adesso a 49,51 dollari USA al barile. La compagnia petrolifera statale saudita, la Aramco, ha abbassato i prezzi di 0,6 dollari al barile negli States, alzandoli al contempo di 0,6 dollari al barile in Asia.

Sui mercati orientali il crollo del prezzo del greggio, pur restando ai minimi da 5 anni e mezzo, si è comunque bloccato, con i future sul Light crude che sono scesi di 13 centesimi a 49,91 dollari, dal minimo di maggio 2009 a 49,86. I future sul brent hanno lasciato sul terreno 13 centesimi, a 52,98 dollari, dopo un minimo toccato da un lustro e mezzo e mezzo a questa parte, a quota 52,91 dollari al barile.

Prezzo petrolio ai minimi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

Vota l'articolo:
3.50 su 5.00 basato su 6 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO