Draghi: possibile l'acquisto di bond sovrani da parte della BCE. Borse euforiche

La fiducia che la politica monetaria delle banche centrali, BCE compresa, sosterrà l'economia fa volare le borse europee.

Aggiornamento 18:08: La maglia rosa va oggi alla borsa di Milano con l'indice principale Ftse Mib che guadagna il 3,69% a 18.791,83 punti. Il Dax di Francoforte chiude guadagnando il 3,36% a 9.837,61 punti, il Cac 40 a Parigi cresce fino al 3,59% a 4.260,19 punti, il Ftse 100 della borsa di Londra fa segnare un +2,34% a 6.569,96 puntie l'Ibex a Madrid un +2,37% a 10.125,8 punti. La Borsa di Atene paga ancora l'incertezza della situzione politica prossima ventura, con la sinsitra radiclae di Siryza data vincente alle politiche del 25 gennaio, ee perde l'1,84%.

La Banca centrale europea è pronta a valutare a "inizio dell'anno" se le politiche di stimolo monetario implementate nella seconda parte del 2014 sono state efficaci - non si direbbe visto che l'eurozona è entrata in deflazione a dicembre - altrimenti potrebbe ricorrere a misure:

"che includono l'acquisto di vari asset, inclusi i bond sovrani".

A dirlo è il presidente della Bce Mario Draghi rispondendo oggi all'interrogazione di un europarlamentare. Il quantitative easing - già praticato in Inghilterra, Usa e Giappone dalle rispettive banche centrali -, è alle porte anche del Vecchio Continente?

L'Eurotower è pronto a massicce iniezioni di liquidità sui mercati tramite l'acquisto di bond pubblici per dare fiato all'economia reale? Non sono in pochi gli analisti e gli investitori che ormai ci credono davvero, visto che tra i compiti che Draghi e il suo direttivo hanno assunto e sempre ribadito c'è quello di riportare il livello dei prezzi su livelli accettabili.

E non a caso su questa prospettiva le borse europee (galvanizzate anche dal fatto che la Fed Usa non ha intenzioni di alzare a breve il costo del denaro così come la Banca centrale inglese) realizzano oggi buoni guadagni con la piazza finanziaria di Parigi che nonostante la strage di ieri nella capitale si avvia a chiudere la seduta al 3,76% mentre Piazza Affari guadagna il 3,69% con il Ftse Mib a 18.791,83 punti.

Sul mercato secondario italiano anche lo spread tra il Btp e il Bund tedesco equivalente è in calo a 133 punti base, col il tasso sul decennale del Tesoro che va giù fino all'1,84%.

La Bce ha pi avvertito Grecia spiegando che l'accesso al credito da parte delle banche greche ai fondi della BCe a continuerà solo a seguito di una

"conclusione positiva dell'attuale programma di salvataggio e di un successivo accordo"

con la troika (Bce, Ue, Fmi) per allargare il sostegno finanziario e onerare i debiti ellenici con i creditori internazionali.

Mario Draghi BCET compra titoli di stato

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail