Benzina sotto 1,50 euro: - 16% in sei mesi

Nonostante la diminuzione dei prezzi, il prezzo alle pompe resta molto al di sopra di quanto consentirebbe l’attuale costo del greggio

La benzina scende sotto 1,50 euro, con una quota media al litro di 1,472 euro per la benzina verde e di 1,387 per il gasolio. Si tratta della media calcolata dal Ministero dello Sviluppo Economico su servito, self e pompe bianche.

Dal picco raggiunto il 14 luglio 2014 il prezzo medio della benzina è sceso del 16,5% in sei mesi. A provocare questo abbassamento dei prezzi è stato il mercato nero del petrolio proveniente dalle aree controllate dall’Is.

Il prezzo del greggio ha toccato una punta massima di 147,25 dollari al barile nell'estate del 2008, mentre in questi ultimi mesi è sceso fino a 45 dollari, eppure, come fa notare il Codacons, il calo dei carburanti alla pompa appare ancora insufficiente se rapportato al prezzo del greggio.

Nel 2009 la benzina costava 1,185 euro al litro ma la quotazione al barile era simile a quella attuale: nonostante il risparmio rispetto agli ultimi anni, gli automobilisti spendono all’incirca 35 centesimi al litro in più di quanto dovrebbero per la benzina verde e 40 centesimi per il diesel. Il che significa che un pieno di benzina verde costa 17,85 euro più del dovuto e un pieno di diesel 20,35 euro.

Le cause? Sempre le stesse: accise, tasse e maggiorazioni dell’Iva. Secondo il presidente del Codacons Carlo Rienzi ci sono

elevati margini per far scendere i prezzi alla pompa e consentire cospicui risparmi ai consumatori.

Benzina prezzi in calo oggi 12 dicembre 2014

Via | TgCom

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail