Bankitalia: debito pubblico sale a 2.160,1 mld a novembre, entrate +0,4%

Il supplemento di finanza pubblica al bollettino statistico di Bankitalia. Debito pubblico aumentato di 90,3 miliardi nei primi 11 mesi del 2014.

Bankitalia comunica che il debito pubblico italiano a novembre 2014 è salito ancora, a quota 2.160,1 miliardi di euro.

Nel suo supplemento di finanza pubblica al bollettino statistico pubblicato oggi Palazzo Koch spiega che l'incremento del debito riflette il fabbisogno delle amministrazioni pubbliche, pari a 5,4 miliardi, compensato solo parzialmente dal calo delle disponibilità liquide del Tesoro, pari a 3,2 miliardi.

L'emissione di titoli sotto la pari, il forte deprezzamento dell'euro e gli effetti della rivalutazione dei BTP indicizzati all'inflazione (BTPi) hanno fatto salire il debito pubblico di 0,3 miliardi in un mese.


"Come negli anni passati, in dicembre il debito dovrebbe essere fortemente diminuito per effetto dell'avanzo atteso nel saldo delle amministrazioni pubbliche e per il calo delle disponibilità liquide del Tesoro"

ricordano i tecnici di Bankitalia.

Intanto per ora il dato parla chiaro: nei primi undici mesi del 2014 il debito pubblico è aumentato di 90,3 miliardi.

Sempre a novembre dell'anno scorso le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono risultate pari a 31,3 miliardi, in crescita dello 0,4%, cioè di 0,1 miliardi, rispetto a novembre del 2013.

Nei primi undici mesi dell’anno passato le entrate tributarie sono rimaste sostanzialmente stabili. Se si tenesse conto di una disomogeneità tra il 2013 e il 2014 nella contabilizzazione di alcuni incassi, la dinamica delle entrate tributarie sarebbe stata comunque meno benevola.

  Bankitalia debito entrate novembre 2014

  • shares
  • +1
  • Mail