Multe: per inviarle le riprese delle telecamere non bastano

I sistemi di videosorveglianza tradizionali non sono idonei a verificare se dentro l’abitacolo dell'auto in difetto sia presente il trasgressore o meno. Il parere del Ministero dei trasporti.

Per inviare le multe a casa non basta la videosorveglianza. Riprendere le violazioni del codice della strada con una telecamera del comune - per essere passati con il rosso, per violazioni del divieto di sosta, per accesso abusivo alla ztl etc. - da solo non permette di spedire le multe al domicilio dei trasgressori.

Lo ha stabilito il Ministero dei trasporti con il parere numero 5932 precisando che è impossibile nel caso di violazioni riprese dalle telecamere verificare se alla guida del veicolo ci sia il trasgressore o una terza persona, quindi capire se scatterebbe l'obbligo di contestazione immediata o meno.

Il parere era stato richiesto dal comune di Ostra (Ancona) ed è pervenuto il 17 dicembre 2014. Il dipartimento per i trasporti e la navigazione non nasconde
che l'eccessivo utilizzo di impianti di video sorveglianza per il controllo della circolazione stradale lascia quantomeno perplessi, la diffusione incontrastata di questo strumento, spesso usato per fare cassa, tuttavia è legittimata in Italia anche dalla legge 689/1981.

Secondo il Ministero però i casi di contestazione differita dell’infrazione stradale sono solo quelli elencati dall’art. 201/1-bis,ricordando che la contestazione immediata della violazione è la norma anche se il codice e la prassi ammettono ipotesi di contestazione remota, come avviene nei casi di incidente stradale.

Tra i casi esenti dall’obbligo di contestazione, spiega ancora il dicastero, quello dell’assenza del trasgressore al momento dell’accertamento: ad esempio quando c'è un mezzo in divieto di sosta o abusivamente parcheggiato in una ztl e il proprietario non si sa dove sia.

Insomma per il ministero i sistemi di videosorveglianza tradizionali non sono idonei a verificare se dentro l’abitacolo dell'auto in divieto è presente il trasgressore perciò non possono essere usati per inviare le multe al proprietario del mezzo via posta ordinaria.

Videosorveglianza, per le multe non basta

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail