Davos, Lagarde (FMI): il Quantitative Easing sta già funzionando

La numero uno del Fondo Lagarde: "se con il QE sarà un riancoraggio dell'inflazione nell'area euro i mercati emergenti che sono legati all'euro ne beneficeranno".

Il Quantitative Easing europeo, che oggi dovrebbe annunciare al Bce, è già nei fatti, sta già funzionando. Parola del direttore del Fondo monetario internazionale (FMi) Christine Lagarde.

La numero uno dell'organizzazione economica internazionale composta da 188 paesi è a Davos, in Svizzera, per il World Economic Forum: inutile dire che tutti gli occhi sono puntati verso Francoforte e le decisioni che prenderà la Bce dopo il voto odierno del consiglio sull'avvio del piano di allentamento quantitativo.

Secondo Lagarde, sponsor da tempo del piano di acquisto di bond da parte della Bce per risollevare l'inflazione, il QE sui mercati:

"sta già funzionando. Se si guarda alle fluttuazioni valutarie e alla svalutazione dell'euro non si può negare che ci sia un'attesa su quello che sta per fare la Bce e sul fatto che avrà un impatto significativo"

Il direttore generale del Fmi ha poi aggiunto che a beneficare del quantitative easing della Bce saranno anche i paesi emergenti:

Se ci sarà un riancoraggio dell'inflazione nell'area euro i mercati emergenti che sono legati all'euro ne beneficeranno

Lagarde stamattina è intervenuta a una sessione dal titolo Ending the Experiment con l'ex segretario al Tesoro Usa Lawrence Summers secondo cui l'impatto del QE in Europa sarà limitato:

Non può essere una panacea

Secondo il presidente del Banco Santander Ana Maria Botin invece il Quantitative Easing in Europa:

è una buona cosa e servirà a supportare in Europa la domanda nonché la crescita e l'occupazione.

Per gli Stati Uniti la Lagarde prevede invece che la banca centrale USA:

alzerà i tassi entro l'anno e questo è un buon segnale

perché significa che l'economia americana sta crescendo ed è ormai fuori dalla fase critica, dopo quasi sei anni di Quantitative Easing praticato dalla Fed.

 QE Fmi

  • shares
  • +1
  • Mail