Borse europee chiudono positive tranne Atene. Milano +1,15%

Il Quantitative easing annunciato della Bce bilancia gli effetti della vittoria in Grecia del partito anti austerity Syriza.

Aggiornamento ore 20.40 Le maggiori borse europee dopo una giornata a tratti anche molto nervosa chiudono positive. La vittoria di Syriza alle elezioni politiche in Grecia non destabilizza i mercati ancora euforici per l'avvio del Quantitative easing annunciato dalla Bce giovedì scorso. La piazza finanziaria di Francoforte guadagna l'1,4% a 10.798,33, Parigi cresce dello 0,74% a 4.675,13 punti, Milano sale dell'1,15% (Ftse Mib a 20.756,72 punti), Madrid dell'1,05% a 10.693,0 punti, e Londra dello 0,29% a 6.852,40 punti. Chiude in netto calo la borsa di Atene, trascinata giù dalle banche 5,6%.

Borse incerte dopo il voto ellenico: effetto Syriza


Aggiornamento 12.30

. Le borse europee virano in territorio positivo o intorno alla parità dopo la flessione in avvio di seduta sull'onda della vittoria alle politiche greche di Syriza. Già metabolizzato il voto ellenico? I dubbi sulla tenuta dell'area euro e sul fatto che Atene paghi i creditori internazionali hanno bloccato in apertura il trend positivo dell'azionariato europeo in scia al quantitative easing che la Bce farà partire da marzo. Ma i mercati sembrano ora sulla via del recupero. A metà mattinata l'indice FTSEurofirst 300 fa segnare un +0,33% a quota 1.484,41 punti. La borsa di Parigi sale dello 0,9%, Francoforte dello 0,62%, Londra è invece in calo dello 0,47% e Milano cede lo 0,15%.

Borse europee scosse dal voto in Grecia. Euro ai minimi dal 2003

Aggiornamento 11:25. L'euro risale dai minimi di i 1,11 dollari recuperando stamattina terreno, per scambiare adesso attorno a 1,1225 dollari.

L'esito del voto in Grecia, con la vittoria di Syriza di Alexi Tsipras, ma senza maggioranza assoluta dei seggi in parlamento, crea tensioni sull'azionariato europeo che dopo i guadagni del fine settimana scorso, in scia all'annuncio di avvio del quantitative easing Bce, aprono oggi in calo.

Piazza Affari perde in avvio lo 0,9%, con l'indice principale Ftse Mib a 20.349 punti, l’All-Share cede invece l'1% a 21.553 punti. Dopo le prime contrattazioni sono negative anche le altre maggiori borse europee. Londra perde lo 0,56%, Francoforte lo 0,53%, Parigi va giù dello 0,28% e Madrid dell'-1,1%. La borsa di Atene perde quasi il 5,5%, soprattutto zavorrata dai titoli bancari.

Anche se il partito di sinistra radicale Syriza non è in grado di governare da solo, la sua vittoria alle politiche con le possibili ripercussioni sulla decisione di onorare appieno i debiti con i creditori internazionali e con l'UE, scuote anche le borse asiatiche e fa scivolare l'euro da 1,1240 a 1,1115 contro il dollaro, ai minimi dal 2003.

Dopo la vittoria di Syriza in Grecia tensione in salita anche sul mercato secondario, con lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi equivalenti che si attesta a 127 punti, dai 122 punti della chiusura precedente, per un rendimento del Btp all'1,61%, in crescita dal nuovo minimo storico raggiunto la settimana scorsa, sotto l'1,5%.

Tsipras dopo la vittoria ha detto che in Grecia l'austerità è finita, che le politiche di rigore collegate al piano di assistenza finanziaria saranno solo un triste ricordo.

Dalle istituzioni europee arriva puntuale la richiesta ad Atene di onorare i prestiti ricevuti da Ue, Bce e Fmi, la cosiddetta troika:

"(La Grecia) deve pagare, sono le regole europee del gioco. Non c'è spazio per un'azione unilaterale in Europa, cosa che non esclude una discussione, per esempio, sul riscadenziamento del debito"

ha detto il membro del comitato esecutivo della Bce Benoit Coeuré.

Il commissario europeo per l'economia e la società digitali ha aggiunto che la ristrutturazione del debito greco sarebbe solo un segnale negativo per altri paesi dell'eurozona:

"Se tagliamo il debito alla Grecia, questo darebbe un segnale sbagliato al Portogallo o all'Irlanda, a Cipro o alla Spagna"

ha affermato il politico tedesco a radio Deutschlandfunk, spiegando che il nuovo governo deve comunque rispettare gli accordi presi in sede Ue.

grecia voto pesa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail