Prezzi case: -5,6% nel 2014

In deciso calo è anche l'offerta di case in affitto: -10,1% nel 2014. I dati di Immobiliare.it

In Italia i prezzi degli immobili ad uso residenziale sono risultati in calo del 5,6% nel 2014, poco meno della flessione fatta segnare dal mercato delle compravendite di case l'anno precedente.

Così secondo i dati dall'Osservatorio sul mercato residenziale italiano di Immobiliare.it. La diminuzione più importante dei prezzi c'è stata nel secondo semestre dell'anno scorso: -4,1% contro il -1,8% registrato nel primo semestre.

A dicembre scorso il prezzo medio ponderato degli immobili residenziali sul territorio italiano si attestava a 2.166 euro per metro quadrato. Anche nella capitale, la flessione dei prezzi di acquisto delle case è stata dell'8,4%.

Con questo calo Roma lascia a Firenze il trono di città più cara d'Italia per comprare un'abitazione, nel capoluogo toscano i prezzi restano infatti stabili a 3.657 euro al metro quadro. Milano rimane al terzo posto, con 3.463 euro al metro quadro nonostante una discesa dei prezzi del 3,1%.

I prezzi del mattone calano ancora quindi, mentre continua a salire, ma meno rispetto al passato, l'offerta di immobili in vendita: dal +5,7% del secondo semestre dell'anno scorso si scende al +4,1% per l'intero 2014. Al contempo frena la costruzione di nuove abitazioni per un settore che non riesce a rialzare la testa dopo 6 anni di profonda crisi.

A essere in calo è anche l'offerta di case in affitto (-10,1%) come conseguenza dell'alta tassazione e degli elevati tassi di morosità, con i proprietari che preferiscono perciò la vendita ai redditi da locazione.

Secondo gli ultimi dati, provvisori, diffusi dall'Istat tra luglio e settembre 2014 l’indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie è calato dello 0,5% rispetto ai tre mesi precedenti e del 3,9% rispetto allo stesso mese del 2013.

Case prezzi giù

  • shares
  • +1
  • Mail