EasyJet multata dall'Antitrust: 170.000 euro per tariffe ingannevoli

La compagnia low cost inglese multata per aver presentato attraverso il suo sito web un'offerta promozionale ingannevole.

La compagnia aerea low cost EasyJet è stata sanzionata dall'Autorità garante della Concorrenza e del Mercato per "tariffe ingannevoli". L'azienda inglese dovrà pagare una multa di 170.000 euro, questa la decisione dell'Antitrust arrivata oggi al termine di un procedimento avviato lo scorso 24 giugno 2014. Dall'attività investigativa condotta dalla Guardia di Finanza è emerso che l'operatore pubblicizzava attraverso il proprio sito web delle tariffe promozionali che poi non si rivelavano veritiere in determinate condizioni, questo perché il consumatore non veniva informato correttamente e completamente delle limitazioni e delle condizioni dell'offerta.

In particolare si parla di una tariffa particolarmente vantaggiosa riferita alle tratte di sola andata, il prezzo effettivamente pubblicizzato veniva però applicato soltanto in caso la prenotazione effettuata riguardava due passeggeri. Nel caso di un solo biglietto acquistato la tariffa finale risultava invece maggiore rispetto a quella pubblicizzata. Come si legge nel testo del provvedimento dell'Antitrust le informazioni fornite al momento della prenotazione sarebbero state "insufficienti a rendere consapevole il passeggero della limitazione alla quale è soggetta l'offerta".

Non è la prima volta che le compagnie low cost finiscono nel mirino dell'Autorità Garante per la Concorrenza. Lo scorso febbraio EasyJet aveva dovuto pagare altri 200.000 euro di multa, in quel caso la sanzione colpì anche Ryanair che addirittura dovette versare 850.000 euro. In quel caso fu punita la mancata trasparenza nelle offerte delle assicurazioni facoltative, nonché l'ostacolo alle richieste di rimborso messo in atto in più circostanze dai due operatori britannici.

20th Anniversary Of First Online Sale

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail