Germania: surplus commerciale record ma fuori dai parametri Ue

Livelli record per esportazioni e importazioni nel 2014

La Germania chiude il 2014 sugli scudi, con un attivo commerciale record storico di 217 miliardi di euro, dai 125 miliardi del 2013, ed esportazioni per 1.134 miliardi di euro, anche questo dato al top da sempre.


Secondo i numeri forniti dall'istituto di statistica Destatis le importazioni si attestate invece a 916,5 miliardi di euro (+2% sul 2013). A dicembre scorso l'export è salito del 3,4% rispetto al precedente mese di novembre, per 98,7 miliardi di euro di valore, contro la stima degli economisti che avevano previsto un aumento dell'1%, le importazioni invece sono calate dello 0,8%, a quota 76,9 miliardi di euro.

Sempre a dicembre 2014 l'avanzo commerciale tedesco è cresciuto a 21,8 miliardi di euro dai 17,9 miliardi del mese precedente. L'export della prima economia della zona euro è aumentato nel corso dell'anno scorso del 3,7% a 1.133,6 miliardi.

Nel dettaglio le esportazioni verso i Paesi dell'Unione Europea sono salite del 5,4% a 657,3 miliardi. Il surplus della bilancia commerciale tedesca nel solo mese di dicembre è salito su base congiunturale da 17,9 a 21,8 miliardi di euro contro una previsione degli analisti ferma a 18,2 miliardi.

I dati diffusi oggi rilanciano le polemiche sullo squilibrio creato dalla preponderanza della Germania sui mercati, uno squilibrio che la pone fuori dai parametri Ue: il Six pack della Commissione infatti stabilisce per l'equilibrio economico europeo di limitare il surplus commerciale dei paesi membri sotto il 6%. Per chi va fuori dal parametro per 3 anni consecutivi ci sono sanzioni. La Germania con il 2014 va fuori per il quinto anno di fila, la Commissione, evidentemente in ritardo, ha aperto una procedura di indagine.

La Germania, l'unica economia che prosegue a crescere nel vecchio continente anziché trainare la ripresa comprando i prodotti degli altri Paesi dell'area con i mercati interni in crisi invece di importare, esporta a più non posso, come osservato dal segretario al Tesoro USA, Jacob Lew secondo cui le "politiche per promuovere la domanda interna sarebbero un bene per l'economia tedesca e quella mondiale".

Merkel

  • shares
  • +1
  • Mail