Pagati per giocare: quando lavorare diventa un piacere

Pagati per giocare Quanti di noi hanno sempre sognato di poter coniugare le due cose: lavorare divertendosi e divertirsi lavorando? Sembra un privilegio riservato a pochi fortunati ma il nuovo libro uscito il 16 aprile della Multiplayer sottolinea come sia una realtà in decisa espansione. L'industria video ludica negli Stati Uniti già da tempo ha superato, dal punto di vista del fatturato, l'industria cinematografica, sostengono i creativi autori del manuale David S.J.Hodgson, Bryan Stratton e Alice Rush.

E' il caso dei tanti videogiocatori che sono riusciti a fare il grande balzo e a passare dall'altra parte dello schermo e a far parte della grande industria del divertimento interattivo, che per volumi di fatturato (oltre 741 milioni di euro nel 2005 solo in Italia), si sta sempre più affermando come una realtà economica di primo piano.
Diverse le professionalità e ampia la scelta delle aziende in risposta ad una crescente domanda intrattenimento ludico.

Se il mercato dei giovani è quasi saturo non si può certo dire la stessa cosa per il pubblico adulto, che, di "bambinoni", non è comunque privo del tutto.
Secondo un ricerca condotta due anni fa il 43 per cento della popolazione italiana, con gli adulti, giocano sempre di più. Dai cellulari alla playstation, dall'Xbox al computer gli appassionati del genere passano sempre più tempo con Lara Kroft o persi in qualche remota isola di Second Life. In risposta alle mature esigenze di un target adulto il settore si sta gradualmente avventurando in nuove frontiere ludiche ideando giochi per lo sviluppo della facoltà mentali.

Rimane il fatto che in Italia non ci sono tante aziende o strutture che si sono cimentate nello sviluppo o nella creazione di videogiochi, seppure le 7 o 8 piccole realtà aziendali siano ben ferrate nel settore.

Scopo principale del libro è quello di raccontare:


  • Quale genere di lavoro si può svolgere nel mondo dei videogiochi

  • Cosa accade realmente negli studi di sviluppo di un videogioco

  • Come trasformare la passione di una vita nel lavoro della vita

  • Il buono, il brutto e il cattivo di ogni professione nel mondo dei videogiochi

  • Come assicurarsi il primo impiego nel proprio particolare ambito di interesse.

Fateci sapere se voi ci siete riusciti e buona lettura!

  • shares
  • Mail