Prezzi benzina e diesel in rialzo. Codacons: aumenti carburanti sproporzionati

Le quotazioni del petrolio sono in salita sui mercati internazionali ma per i consumatori i rincari sono ingiustificati.

Prezzi di benzina e diesel in rialzo. La settimana si apre all'insegna degli aumenti sulla rete carburanti nazionale, le quotazioni del greggio sono in ripresa sui mercati internazionali e dopo il rialzo del prezzo del petrolio, nel weekend hanno ritoccato verso l'alto i listini di "verde" e gasolio Eni, +1,5 centesimi al litro su entrambi i prodotti, Ip, +0,8 centesimi su tutt'e due i carburanti, ed Esso, di un centesimo su entrambi.

Ad accodarsi, alzando i prezzi oggi sono state invece TotalErg, di due centesimi al litro, e Ip che ha alzato il prezzo di benzina e diesel di un ulteriore centesimo.

I prezzi praticati sul territorio sono di conseguenza in salita, compresi i distributori no-logo che non rimangono esenti dalla rimodulazione dei prezzi dei carburanti, in scia alla risalita del prezzo di un barile di petrolio.

La crescita delle quotazioni petrolifere ha influito sui prezzi alla colonnina, ma i rincari al Codacons sembrano super veloci e sproporzionati rispetto all'andamento delle quotazioni dell'oro nero:

Per tale motivo chiediamo al Governo Renzi di intervenire, allo scopo di frenare eventuali anomalie nella formazione dei listini alla pompa

dice il Presidente dell'associazione Carlo Rienzi. Un litro di benzina costa oggi in media 1,551 euro, di gasolio 1,450 euro. Poche settimane fa era possibile fare un litro di verde pagando meno di 1,4 euro.

Secondo un campione di impianti che rappresenta la situazione italiana per il servizio Check-Up Prezzi di Quotidiano Energia, il prezzo medio in modalità "servito" per la benzina va oggi dall'1,643 euro al litro praticato da Eni all'1,662 di Tamoil, con gli impianti no-logo a 1,487 euro al litro.

Per il diesel si passa invece dall'1,564 euro al litro di Eni all'1,576 di Esso e Q8, no-logo a 1,397 euro al litro. Il Gpl oscilla tra 0,588 euro al litro di Esso e 0,625 praticato da Shell, no-logo a 0,5770 euro al litro.

Le punte di prezzo sempre in modalità servito, fatte salve le pompe no-logo, osservate per tutti e tre i carburanti nell'Italia meridionale sono in crescita a 1,736 euro al litro per la benzina e a 1,628 euro al litro per il gasolio mentre rimangono stabili, a 0,653 euro, per il Gpl.

prezzi carburanti oggi

  • shares
  • +1
  • Mail