Auto elettriche esentasse in Cina

Le nuove norme mirano ad aumentare il risparmio energetico e a contenere l'inquinamento atmosferico a Pechino e negli altri grandi centri

La Cina mette le freccia e svolta sulle auto elettriche esentasse. Sono quasi 43mila le nuove vetture che saranno alimentate a energia pulita e che per questo non pagheranno allo Stato le tasse sull'acquisto.

Da settembre scorso è infatti in vigore la nuova legge sui veicoli alimentati a energia pulita. Secondo i numeri diffusi dal Ministero dell'industria e dell'information technology cinese su 42.800 nuove vetture ecologiche, i cui modelli sono realizzati da 57 aziende produttrici, 36.600 sono automobili e 56.200 sono veicoli commerciali.

La nuova normativa in materia mira ad aumentare il risparmio energetico e a contenere l'inquinamento atmosferico, se non proprio a ridurlo. Pechino punta con le agevolazioni fiscali sulle auto elettriche a un incremento stabile nelle vendite di questi veicoli ampliando anche l'offerta per aree e punti di rifornimento per le auto green.

Il governo cinese conta di raddoppiare gli impianti per il rifornimento elettrico, che ad oggi sono circa 1.500, entro la fine del 2015 per arrivare a 10mila alla fine del 2017.

Oltre che a Pechino il governo sta promuovendo la vendita dei nuovi veicoli elettrici esentasse in altre grandi centri, tra cu Tianjin, città-provincia vicina ala capitale che fa da avanguardia alla nuova politica sulle auto verdi insieme appunto a B?ij?ng e a Shanghai.

auto elettriche esentasse cina

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail