Investire nel clima, quando buttare i soldi al vento conviene!

Investment certificates L'ultima frontiera della finanza si chiama “certificato di investimento”, proviene direttamente dall'ecologica Olanda e scommette sul clima e sulle energie rinnovabili, in particolare quella eolica. Incredibile ma vero anche l’eco-sostenibilità debutterà in borsa il prossimo 23 aprile con due prodotti disegnati ad hoc da Abn Amro per i piccoli risparmiatori ambientalisti.
I 2 nuovi strumenti finanziari appena approvati da Borsa Italiana verranno quindi a breve quotati nell’indice Sedex di Piazza Affari. Lo sostiene il Sole 24 Ore che spiega dettagliatamente come questi investment certificates, titoli che replicano l’andamento di un indice sottostante, siano la giusta via di mezzo tra azioni (da cui ereditano la rischiosità e quindi i margini di guadagno) ed obbligazioni (per valore di emissione e scadenza, prevista per novembre 2011).

Il primo strumento scommette sui cambiamenti climatici ed è legato a doppio filo all’andamento dell’Abn Amro total return climate change & environment, indice composto da 30 azioni scelte tra operatori specializzati in energie rinnovabili in 8 settori di riferimento (25% acqua, 20% gestione dei rifuti, 10,5% energia idroelettrica, 10% energia eolica, 10% estrazione di platino e palladio, 8% etanolo, 8,5% altri carburanti e 8% energia solare).

Con il secondo derivato cartolarizzato invece Piazza Affari si affida alle correnti eoliche promuovendo un certificato che replica le performance dell’Abn Amro Total Return Wind, indice composto da 9 azioni scelte tra società i cui proventi almeno per il 50% derivano da produzione e distribuzione di energia eolica.

Investire sull'ambiente è una novità?

Esistono già diversi prodotti sul mercato promossi dalla stessa Abn Amro chiamati Theme Certificates, di durata quinquennale, i quali hanno il vantaggio del reinvestimento automatico dei dividendi nel sottostante indice, senza commissioni di entrata e di uscita ma solamente con una commissione annuale di gestione (per la selezione e manutenzione costante delle azioni componenti l’indice), calcolata in relazione ai giorni di effettivo mantenimento in portafoglio degli strumenti (v. articolo)

Quanto può costare investire nel clima?

Le commissioni di gestione ammontano all’1,5% annuo, assolutamente in linea con i fondi comuni di investimento ma tre volte superiori ai costi degli Etf(fondi a gestione passiva che replicano come i Certificates l’andamento di un indice).

Come opera il Sedex di Borsa?

Tutti i Certificates del circuito SEDEX (Security Derivatives Exchange, ossia la Borsa dei derivati), sia quelli investments, sia quelli leverage (a leva), sui i covered warrant sono quotati sulla Borsa Italiana, con regole e orari italiani (dalle 09,05 alle 17,25 e dalle 18,00 alle 20,30). Sono acquistabili e rivendibili presso tutti gli intermediari finanziari (allo sportello, online, per telefono, attraverso i promotori, dipende dai gusti dell'investitore e dalla disponibilità data dalla propria banca). L'investimento minimo è di 10 certificates e la tassazione pari a quella applicata sul mercato azionario su minusvalenze e plusvalenze. Le banche presenti più attivamente su questo mercato sono Abn Amro, Banca Aletti, Banca Antonveneta, Banca Imi (che è del Gruppo Sanpaolo), Caboto, Deutsche Bank, Goldman Sachs, Societè Generale e Unicredit. Gli scambi sono di solito anche possibili sui Servizi di scambi Organizzati (SSO) curati e organizzati dalle singole banche e presso i quali sono quotati titoli e derivati in circolazione.

Quali sono le caratteristiche dei Certificates?

Cugini rischiosi e costosi degli Etf, i certificates sono scambiati sul mercato dei derivati di piazza Affari su quattro aree di prodotto. L’andamento replica fedelmente un indice azionario sottostante oppure panieri di titoli agganciati a indici particolari come le azioni di società per l’energia alternativa oppure commodities come il petrolio o l’oro, il succo d’arancia o il granoturco
Una famiglia piuttosto articolata quella dei certificates che comprende gli Investments Certificates di tipo A, che replicano le fluttuazioni dei valori di riferimento concettualmente vicini agli Etf , Certificates B, che seguono sempre un valore che fluttua ma che incorporano qualche opzione specifica e i più rischiosi leverage, prodotti a leva, nei quali l'effetto della tendenza del sottostante viene moltiplicato per un certo numero di volte.

  • shares
  • +1
  • Mail