Disoccupazione in lieve calo in Europa a gennaio

Disoccupati in Europa a quota 23,8 milioni, 156 mila unità in meno rispetto a dicembre 2014.

Disoccupazione in leggero miglioramento in Europa. Secondo i dati diffusi oggi da Eurostat il tasso per l'eurozona è sceso a gennaio all'11,2%, dall'11,3% di dicembre, e dall'11,8% di gennaio 2104, per il dato più basso fatto segnare dall'aprile del 2012.

Anche il dato sulla disoccupazione riferito all'Unione europea a 28 Paesi risulta in lieve calo attestandosi al 9,8% rispetto al 9,9% di dicembre. Su base tendenziale il calo è invece dello 0,6% (dal 10,6% di gennaio 2014).

Nel primo mese dell'anno nuovo in Europa risultavano disoccupati 23,8 milioni di potenziali lavoratori, 156 mila unità in meno rispetto a dicembre 2014. Tra questi quasi 24 mln, 18 milioni sono i senza lavoro residenti nei Paesi dell'area euro (-140 mila unità).

Come comunicato sempre stamattina dall'Istat anche in Italia il tasso di disoccupazione generale mostra un leggero calo a gennaio 2015: al 12,6% dal 12,7% di dicembre, per un dato sempre elevatissimo, pari al doppio della disoccupazione in Germania. Su base tendenziale il dato è stabile.

L'Istituto nazionale di statistica ha ricordato come la disoccupazione tra i giovani rimanga sempre su allarmanti livelli record. In Europa il tasso medio disoccupazione nella fascia under 25 è tornato sotto il 23 per cento (22,9% nell'eurozona e 22,9 nell'Ue) a gennaio, in Italia il dato è quasi due volte tanto, al 41,2%, dal 41,4% in dicembre. Disoccupazione giovanile che è in calo di 0,1 punti percentuali su base congiunturale e di 2 punti su base annua.

Nella media del 2014 il tasso di disoccupazione generale italiano è pari al 12,7%, in crescita dal 12,1% registrato un anno prima, con punte del 20% nel Mezzogiorno, il tasso di disoccupazione giovanile è invece salito di 2,6 punti percentuali arrivando al 42,7%, con un picco fatto segnare per le giovani donne residenti al Sud.

Disoccupazione Eurozona gennaio

  • shares
  • +1
  • Mail