Draghi: quantitative easing scudo contro la crisi greca

Il governatore della Bce Mario Draghi: "la ripresa economica può gradualmente ampliarsi e probabilmente rafforzarsi. Allentamento monetario non esente da rischi"

Tra i possibili effetti del quantitative easing lanciato a inizio settimana dalla Bce potrebbe esserci anche quello di "aver fatto da scudo" a vari Paesi dell'eurozona, ai cosiddetti periferici (tra cui l'Italia) a seguito delle tensioni che si sono rinfocolate sulla Grecia dopo l'estensione al paese ellenico degli aiuti finanziari fino a giugno 2015. Proroga collegata a un piano di riforme che Atene deve ancora limare, per usare un eufemismo, in modo da soddisfare le richieste dell'ex troika (Bce, Ue, Fmi).

Il presidente della Bce Mario Draghi, durante un convegno a Francoforte, parla stamattina dell'avvio del piano di allentamento monetario dell'Eurotower rivendicando il fatto che può mettere al riparo i mercati da un possibile contagio della crisi greca oltre a soffermarsi sulle prospettive di crescita economica dell'area euro:

"Il rallentamento della crescita economica sta mostrando segni di inversione di tendenza. La ripresa economica può gradualmente ampliarsi e probabilmente rafforzarsi"

dice il governatore della Bce il quale comunque avverte che le più recenti previsioni di crescita riviste al rialzo:

"sono condizionate alla piena applicazione delle misure annunciate".

E ancora, sugli effetti del bazooka Bce, appunto l'acquisto di bond per 60 mld di euro al mese da parte dell'istituto di emissione europeo (per 18 mesi) Super Mario dice:

"Assistiamo a nuovi cali dei rendimenti sovrani del Portogallo e e di altri paesi, nonostante la rinnovata crisi greca. Questo ci suggerisce che il programma di acquisto bond mette al riparo l'area euro dal contagio".

Draghi non nega che il programma di acquisto di titoli di Stato dei paesi dell'area euro ha dei rischi:

"Siamo consapevoli che le nostre misure possono comportare dei rischi alla stabilità finanziaria ma questi rischi sono contenuti. Il programma di acquisto bond puo' funzionare e si sta dispiegando in modo da stabilizzare l'inflazione"

di Eurolandia per portarla appena sotto il 2%, come è negli obiettivi della Banca centrale europea.

Mario Draghi

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO