Istat: export regioni cresce nel 2014

Il Nord-est guida la crescita delle nostre esportazioni, crollo per Sicilia e Sardegna (-14%).

L'export nazionale è cresciuto del 2% nel 2014, praticamente in tutte le regioni italiane salvo che nell'Italia insulare (-13,8%).

L'Istat con i dati diffusi oggi spiega che l'Italia nord-orientale fa segnare la crescita più ampia delle nostre esportazioni (+3,5%), seguita dal centro (+3,0%) e dalla zona nord-occidentale (+2,2%) e meridionale (+1,1%) del Paese.

Nel quarto trimestre 2014 rispetto al trimestre precedente le vendite di beni sui mercati esteri sono aumentate per l'Italia nord-occidentale (+1,4%), nord-orientale (+3,7%) e centrale (+1,6%), nelle regioni meridionali e insulari c'è stato invece un calo pari a -0,3%.

Quali sono le regioni che più esportano il made in Italy nel mondo? Emilia-Romagna (+4,3%) Lombardia (+1,4%) Veneto (+2,7%) Piemonte (+3,3%) e Marche (+7,5%). Tra le regioni che invece danno un contributo negativo ci sono Sicilia (-13,9%) e Sardegna (-13,6%).

L'Istat sottolinea ancora che nel 2014 l'incremento delle esportazioni di autoveicoli da Piemonte ed Emilia-Romagna e di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici da Lazio e Marche ha dato un apporto positivo alle vendite italiane sui mercati esteri (0,7%).

La flessione registrata per le vendite di prodotti petroliferi raffinati da Sicilia e Sardegna e di metalli di base e prodotti in metallo (tolti macchine e impianti) da Toscana e Piemonte invece frenano l'export.

Durante il 2014 le esportazioni del Lazio verso il Belgio, e di Lombardia, Piemonte, Toscana ed Emilia-Romagna verso gli Stati Uniti sono state in netta espansione (verso gli USA aiutate anche dal deprezzamento dell'euro sul dollaro).

Di contro, le vendite della Lombardia verso la Svizzera e del Lazio verso il Giappone hanno rallentato la crescita delle nostre esportazioni.

Le province che l'anno scorso hanno contribuito maggiormente a sostenere nostre esportazioni sui mercati esteri sono Bergamo, Torino, Genova, Modena, Frosinone, Vicenza e Ascoli Piceno.

Pesano, nel senso che forniscono un contributo negativo all'export nazionale, invece la province di Cagliari, Siracusa, Roma e Arezzo.

Export Italia 2014

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail