Mario Draghi: "La crescita guadagna slancio, ripresa vicina"

L'audizione di Mario Draghi in commissione Affari economici e monetari dell'Europarlamento: il destino dell'Unione è un po' più rosa

Il Presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi è intervenuto alla Commissione Affari economici e monetari del Parlamento Europeo con una relazione sugli ultimi sviluppi economici nei paesi membri dell'Ue: al centro della prima parte dell'audizione c'è il programma di acquisto di bond (il cosiddetto Quantitative easing) avviato dalla BCE, ma i parlamenti europei porranno certamente una serie di domande sui negoziati in corso sul programma di riforme della Grecia, mentre nella seconda parte del suo intervento Draghi ha parlato in veste di Presidente del Comitato europeo per il rischio sistemico.

Il quadro tracciato da Draghi ha tinte decisamente chiare, seppur non brillanti: il Presidente BCE ha parlato di una ripresa, tenue ma significativa, rafforzata dai numeri che mostrano un andamento in positivo:

"La crescita sta guadagnando slancio. La base per la ripresa economica nella zona euro si è chiaramente rafforzata, ciò è dovuto alla caduta del prezzo del petrolio, alla ripresa della domanda esterna e al deprezzamento dell'euro [...] L'inflazione resterà molto bassa o negativa nei mesi a venire perché la caduta dei prezzi del petrolio continuerà a influenzare i dati fino a fine anno, ma il tasso ricomincerà ad aumentare gradualmente a fine anno"

ECB President Mario Draghi Opens New Headquarters

Sul programma di acquisto di quantitative easing, Draghi ha spiegato che gli acquisti di ABS e covered bond raggiungerà il perfetto regime con un totale mensile di 60 miliardi di euro di acquisti, respingendo ogni timore che possano non esserci più titoli da acquistare. Una politica che tuttavia, ha spiegato Draghi, va sostenuta con maggior forza dalle economie nazionali: sostenibilità del debito, rispetto del Patto di Stabilità, politiche di bilancio a sostegno della crescita e riforme strutturali.

Una ricetta che in Italia conosciamo bene. Sul dialogo euro-greco il Presidente Draghi si è detto fiducioso:

"E' necessario ristabilire un dialogo tra il Governo greco e le istituzioni in modo da avere una prospettiva credibile per il positivo completamento della review [...] in questo momento ci sono discussioni su questo e sono fiducioso che la buona volontà di tutti ristabilisca questa prospettiva".

(in aggiornamento)

  • shares
  • +1
  • Mail