Pmi Eurozona al top da 4 anni a marzo

La stima flash del Pmi (Purchasing managers'index) elaborato da Markit dopo un'indagine congiunturale tra i direttori acquisti.

Il settore privato dell'eurozona mostra una decisa ripresa a marzo raggiungendo il tasso di espansione più veloce degli ultimi 4 anni.

L'indice composito Pmi (manifattura più servizi) elaborato da Markit per l'area euro sale a 54,1 da 53,3 di febbraio, in crescita per il quarto mese di fila, ai massimi da maggio del 2011.

Nel dettaglio, secondo la stima preliminare di Markit l'indice Pmi del comparto manifattura è salito a marzo a 51,9 da 51 di febbraio, per un valore al top da da 10 mesi; l'indice relativo al settore di servizi è invece aumentato a 54,3, da 53,7 precedente, ai massimi da 2 anni e 10 mesi.

Dietro l'accelerazione oltre le attese dell'attività del settore privato dell'eurozona anche i primi effetti del piano di acquisto di titoli di Stato dei paesi dell'area lanciato dalla Bce proprio a inizio marzo, con l'immissione di liquidità per 60 mld di euro al mese (fino a settembre 2016).

Tuttavia c'è da dire che le imprese hanno continuato almeno finora a ridurre i costi a favore del fatturato.

La stima del Pmi (Purchasing managers'index) viene elaborato da Markit ogni mese sulla base di un'indagine tra i direttori acquisti delle aziende. 50 punti è la soglia che separa la fase di crescita da quella di contrazione dell'attività economica.

PMI eurozona marzo 2015


  • shares
  • +1
  • Mail