Fiom, manifestazione a Roma contro il Jobs act. Landini: "Inizia una nuova fase"

Renzi: "Domani c'e' una manifestazione contro il governo, no news, non c'è titolo".

17.50 - Il corteo organizzato dalla Fiom contro il Jobs Act è arrivato in piazza del Popolo a Roma come da programma, guidato da Maurizio Landini che ha preso subito la parola e si è rivolto alle centinaia di partecipanti:

C’è tutta la segreteria della Cgil, noi siamo della Cgil e non un’altra cosa. Ci sono persone che non sono rappresentate ma ora inizia una nuova fase, una nuova primavera, nei prossimi giorni metteremo in campo azioni concrete anche nei luoghi di lavoro. Ci stiamo battendo non per 79.000 assunzioni, ma perché vogliamo risolvere i problemi con la creazione di milioni di posti di lavoro.

A dargli man forte è arrivata anche Susanna Camuso, leader di Cgil:

In questa piazza ci sono i lavoratori metalmeccanici iscritti alla Cgil, che giustamente sono in lotta perché la legge delega sul lavoro riduce i diritti e perché vogliono rinnovare il contratto di lavoro. […] C’è un tema che riguarda la ricostruzione del mondo del lavoro, che ha grandi difficoltà, ma sicuramente la piazza è il luogo dove si esercitano anche cambiamenti dell’opinione. Resta il dato che dopo le mobilitazioni che abbiamo costruito a ottobre e poi a dicembre, il giudizio del Paese rispetto alle leggi sul lavoro è cambiato profondamente.

Aggiornamento 15:00. "Pensiamo di avere più consenso di quello che ha il governo": sono le parole del leader delle tute blu, Maurizio Landini, al suo arrivo in piazza per la manifestazione della Fiom. "Non siamo in piazza per difendere cose che non ci sono più, anche perché ci hanno tolto tutto . E Renzi stia tranquillo, non siamo qui contro di lui, ma abbiamo l'ambizione di proporre idee per il futuro dell'Italia" ha aggiunto il segretario Fiom.

La Fiom manifesta oggi a Roma contro il jobs act "per i diritti, il lavoro, la democrazia". Sono attese migliaia di persone che sono confluite nella capitale con 300 pullman e altri mezzi di trasporto. Le previsioni parlano di 15mila presenze.

Ci sarà anche la leader della Cgil Camusso, ma il comizio finale a Piazza del Popolo sarà tenuto dal leader dei metalmeccanici della Cgil e di "Coalizione sociale" (prodromo di un nuovo partito per molti osservatori) Maurizio Landini.

Lo slogan della giornata è "Unions", con Landini che sottolinea la necessità di mettere insieme "tutti i lavoratori" dopo le polemiche e le critiche della stessa Camusso per il lancio da parte di Landini della sua Coalizine sociale.

Alla mobilitazione sarà presente anche Nichi Vendola ed esponenti della minoranza del Partito democratico.

Contro il jobs act del governo Renzi, che tra l'altri cancella l'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori

"C'è una straordinaria necessità di un piano per il lavoro"

dice il segretario generale della Cgil Susanna Camusso che non interverrà dal palco di piazza del Popolo.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi come al solito snobba la piazza. Ieri commentando la manifestazione Fiom a Roma ha chiosato:

"Domani c'e' una manifestazione contro il governo, no news, non c'e' titolo. Se guardo agli ultimi sabati mi pare che manifestazioni contro il governo ce ne siano state moltissime"

Chissà perché.

manifestazione fiom roma

  • shares
  • Mail