Pasqua: spesa pranzo 60 euro a famiglia

Per questa Pasqua le presenze nei ristoranti sono viste in calo dell'11%, gli ospiti attesi negli agriturismi domenica sono 300mila. L'indagine Coldiretti/Ixè.

Per il pranzo di Pasqua gli italiani spenderanno mediamente 60 euro a famiglia, l'85% dei connazionali passerà domenica 5 aprile a casa. Il tradizionale agnello pasquale sarà servito su metà delle tavole, senza dimenticare le immancabili uova di cioccolato e le classiche colombe.

L'indagine sui consumi a Pasqua di Coldiretti/Ixe' presentata oggi spiega che il piatto più rappresentativo della tradizione pasquale in Italia resta la carne d'agnello, che sarà sul 51% delle tavole imbandite per la festività cattolica sia nella case, sia nei ristoranti e negli agriturismi, preparato al forno, arrosto con le patate, al sugo o in ancora brodo.

Dall'uno aprile per l'agnello è in vigore il nuovo regolamento che impone l'indicazione del Paese di origine o del luogo di provenienza. Secondo Coldiretti la metà della carne di agnello venduta in Italia proviene dall'estero (soprattutto Ungheria e Romania): solo ora sarà possibile riconoscere la provenienza per l'obbligo dell'etichetta.

Coldiretti/Ixe' precisa che la quasi totalità dei consumatori ha manifestato l'intenzione di voler acquistare un prodotto italiano anche per salvare i circa 70mila allevamenti rimasti. Scegliendo la carne "origine Italia" si è certi che tutte le fasi, dalla nascita all'allevamento fino alla macellazione, si sono svolte nel nostro Paese.

Per quanto riguarda la spesa per i pranzo questa rimane invariata per la maggioranza degli italiani rispetto allo scorso anno, come detto 60 euro a famiglia. L'85% degli italiani passerà le festività di Pasqua a casa, le presenze nei ristoranti sono viste in calo dell'11%, mentre gli ospiti attesi negli agriturismi domenica sono 300.000.

Il dolce preferito rimane la classica colomba, scelta da 6 italiani su 10 per concludere il pranzo pasquale sorpassando l'uovo di cioccolato che è comunque d'obbligo per la maggioranza degli italiani adulti (51%).

Con la crisi che ancora fa sentire i suoi morsi, il fai da te per risparmiare, con la preparazione di dolci fatti in casa, è un trend in continua ascesa che permette anche di riscoprire antiche ricette e specialità culinarie regionali spesso inimitabili e frutto di tradizioni tramandate di generazione in generazione.

Il 46% delle famiglie italiane infatti sta preparando in casa i dolci pasquali della tradizione. Così la festività diventa l'occasione anche per recuperare i piatti storici della transumanza, dall'agnello cacio e uova abruzzese, all'abbacchio alla scottadito tipico del Lazio:

"con l'effetto di consentire la sopravvivenza di un mestiere antico ricco di tradizione che consente la salvaguardia di razze in via di estinzione a vantaggio della biodiversita' del territorio"

sottolineano dalla Coldiretti.

Pranzo Pasqua 2015

  • shares
  • Mail