FMI: "La Grecia pagherà 460 milioni entro il 9 aprile"

La conferma arriva da Christine Lagarde e Yannis Varoufakis.

Il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde ha commentato positivamente le rassicurazioni giuntele da parte del ministro dell'Economia ellenico Yanis Vaoufakis circa il pagamento di una tranche di 460 milioni di euro del debito che la Grecia deve coprire entro il 9 aprile 2015.
C'erano dubbi sulla capacità di saldare questa rata nella data stabilita, ma durante un incontro tra Lagarde e Varoufakis è arrivata la conferma che non ci saranno ritardi nel pagamento.

Lagarde ha detto di avere parlato con il ministro greco del fatto che un'efficace collaborazione sia nell'interesse di tutti, inoltre il direttore dell FMI ha espresso il suo apprezzamento per l'impegno di Varoufakis a "migliorare le capacità del team tecnico di lavorare con le autorità per la necessaria due diligence ad Atene" e a rafforzare "la discussione politica con i team a Bruxelles". Lagarde, da parte sua, ha rassicurato il ministro che il FMI continuerà a lavorare con le autorità per aiutare la Grecia a intraprendere un cammino di crescita sostenibile.

Intanto, sulle pagine del Financial Times, si parla dello scontento di molti rappresentanti dell'Unione Europea, inclusi ministri dell'Economia di Paesi dell'area euro, circa il comportamento di Alexis Tsipras che, secondo loro, dovrebbe liberarsi dell'ala di ultra sinistra di Syriza e formare una nuova coalizione con il partito di centrosinistra Pasok e con il partito To Potami, che sono però stati suo avversari alle elezioni di gennaio. Secondo i rappresentanti Ue sentiti dal Financial Times questa sarebbe la strada migliore per la Grecia per ottenere un'approvazione del piano di salvataggio.

Lagarde e Varoufakis

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail