Padoan a New York: "Le stime di crescita possono migliorare, il debito scenderà"

Il ministro dell'Economia ieri è stato a New York e oggi sarà a Washington per gli Spring meetings del FMI.

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan è negli Stati Uniti e anche da lì diffonde messaggi positivi sulla situazione economica italiana. Ieri è stato a New York dove in serata (nella notte italiana) ha ricevuto il Gei award, un premio che viene conferito dall'associazione Gei (Gruppo esponenti italiani) che si occupa di migliorare l'immagine dell'Italia negli States e della quale fanno parte molte aziende, istituzioni e organizzazioni italiane che operano oltreoceano.

A New York Padoan ha detto che le stime sulla crescita fatte dal governo italiano sono simili a quelle del Fondo monetario internazionale e della Commissione europea, ma si aspetta che migliorino tutte verso l'alto e ha detto di essere certo che il debito pubblico scenderà perché secondo le previsioni quest'anno si stabilizzerà, l'anno prossimo comincerà a diminuire e poi negli anni successivi l'Italia dovrebbe essere in grado di rispettare la regola del debito prevista dall'Europa.

Padoan ha detto:

"L'economia non solo cresce, ma è anche stabile finanziariamente"

poi ha aggiunto che soltanto con la produttività si potrà accelerare la crescita, per questo è necessario anche attrarre investitori esteri che tuttavia non si accontentano che il Paese prometta delle riforme, ma pretendono che vengano veramente attuate. A tal proposito Padoan ha spiegato:

"Il governo sta facendo un enorme lavoro per portare a termine le riforme strutturali. Quando saranno concluse l'Italia sarà un paese diverso perché sarà più semplice e redditizio investire"

Oggi il ministro dell'Economia si sposterà da New York a Washington, dove parteciperà agli Spring meetings del Fondo Monetario Internazionale. Nella capitale Usa c'è anche il Premier Matteo Renzi che domani incontrerà Barack Obama.

Pier Carlo Padoan

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail