FCA, i dipendenti parteciperanno ai risultati

L'annuncio dell'ad Sergio Marchionne. Previsti bonus fino a 10 mila euro in più in quattro anni

ITALY-BUSINESS-AUTO-COMPANY-FIAT

Sergio Marchionne, amministratore delegato di FCA Fiat Chrysler, ha presentato oggi pomeriggio il nuovo piano retributivo ai sindacati, il cui costo totale massimo per l'azienda sarà di oltre 600 milioni di euro. Un piano che contiene anche un nuovo sistema retributivo, che punta a far partecipare i dipendenti ai risultati che l'azienda conseguirà nel tempo.

Nel nuovo piano è previsto infatti che in caso di raggiungimento dei risultati attesi, un dipendente di livello contrattuale medio come un operaio specializzato guadagnerà fino a 7000€ in più in quattro anni e, con performance superiori, il bonus potrà crescere fino a 10700€.

Il nuovo sistema retributivo prevede in sostanza due elementi addizionali al salario base: un bonus annuale che sarà calcolato sui risultati di efficienza produttiva (valore medio del 5% del salario base e fino a un massimo del 7,2%) mentre un secondo bonus trimestrale sarà collegato al raggiungimento dei risultati economici per l'area Emea.

L'obiettivo di Marchionne è far partecipare i dipendenti ai risultati dell'azienda:

"Questo nuovo sistema rappresenta un significativo passo in avanti nel coinvolgimento delle persone per raggiungere i risultati del piano industriale. [...] Senza il contributo e l’impegno dei lavoratori, gli obiettivi del nostro piano industriale sarebbero irraggiungibili. [...] Se gli obiettivi finali del piano saranno quelli attesi, e sono sicuro che lo saranno, tutti i nostri lavoratori in Italia avranno vantaggi economici di assoluto rilievo, che deriveranno direttamente dal loro lavoro e dal loro impegno".

Secondo FCA in caso di risultati conformi agli obiettivi, l’erogazione attesa ammonterà a 1400€ annui per gli anni 2015, 2016 e 2017 e crescerà fino a 2800€ nel 2018. In caso di risultato superiore alle attese, queste due erogazioni potranno raggiungere rispettivamente 1900€ annui nell’arco 2015-2017 e 500€ nel 2018. L'azienda spiega che anche in caso di mancato raggiungimento di ogni obiettivo è comunque prevista un’erogazione minima di 330 euro all’anno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail