Immobili, Istat: compravendite in ripresa dopo 7 anni di calo

La crescita degli accordi di compravendita è stata pari all'1,6% sul 2013, per 594.431 trasferimenti a titolo oneroso di unità immobiliari. I dati Istat.

immobili vendite 2014

Il mercato immobiliare italiano chiude il 2014 in ripresa: dopo 7 anni di continuo calo l'inversione del trend è significativa, spiega l'Istat nel diffondere i dati.

La crescita delle convenzioni di compravendita è stata pari all'1,6% sul 2013, per 594.431 trasferimenti a titolo oneroso di unità immobiliari complessivi.

Nel quarto trimestre dell'anno scorso l'Istat ha registrato 168.456 convenzioni, il 4,9% in più sullo stesso trimestre del 2013. Un andamento positivo cominciato nel primo trimestre (+1,3%) e che si è confermato nel terzo (+3,7%) mentre nel secondo trimestre c'era stato un calo del 3,1%.

Nell'intero 2014 le convenzioni di compravendita di immobili ad uso abitazione ed accessori sono state pari a 553.324 unità, in aumento dell'1,6% sul 2013, quelle delle unità immobiliari ad uso economico sono state 37.368, in crescita del 3,2%.

Nel settore dell'immobiliare a uso abitativo ed accessori l'incremento è stato superiore alla media nazionale al Centro (+4,4%) e al Nord-Est (+3,1%) mentre convenzioni è invece ancora in calo nelle Isole (-1,5%) e al Sud (-0,1%).

Nel settore dell'immobiliare a uso economico tutte le ripartizioni geografiche hanno chiuso l'anno in positivo con aumenti superiori alla media al Centro (+8,1%) e nelle Isole (+7,0%). Nel Nord-Ovest (+1,9%), nel Sud (+1,6%) e nel Nord-Est (+1,4%) si è reagito alla crisi più lentamente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail